Tre domande alla Regione

Nell’ultimo Consiglio Comunale del 7 luglio 2010,  l’Amministrazione Comunale di Pioltello ha comunicato la seguente cronistoria a proposito della bonifica sulla ex Sisas:

  • l’Accordo di Programma (sottoscritto nel 2007 da Ministero dell’Ambiente, Regione Lombardia, Comuni di Rodano e Pioltello) prevedeva che la società privata incaricata della bonifica (la TR Estate 2 di Giuseppe Grossi) versasse alla Regione come fidejussione il 50% dei costi della bonifica nel momento in cui fosse diventata proprietaria dell’area. La fidejussione doveva servire come garanzia del completamento dei lavori qualora il privato non avesse completato i lavori. L’Atto Integrativo di settembre 2009 spostava il versamento della fidejussione al momento della chiusura della procedura che autorizzava il privato a costruire un centro commerciale su Rodano. Nonostante la procedura si sia chiusa a ottobre 2009, ad oggi la società non ha versato alcuna fidejussione.
  • Nel mese di Marzo 2010 TR Estate 2 scriveva a Ministero e Regione informando sulle difficoltà incontrate a reperire nuovi siti dove portare i rifiuti estratti dalle discariche.
  • Nel mese di Aprile 201o, su richiesta della Regione, per poter rispettare la scadenza imposta dall’Unione Europea per il completamento della bonifica (31/12/2010), il Governo dichiarò lo stato di emergenza e nominò un Commissario Straordinario col compito di individuare e comunicare a TR Estate 2 i siti dove portare i rifiuti; se TR Estate 2 non avesse ripreso entro 7 giorni l’asportazione dei rifiuti dalla comunicazione dei siti, il Commissario sarebbe intervenuto direttamente,  in danno all’operatore inadempiente.
  • il 10 giugno 2010 il Commissario ha presentato la lista dei siti
  • il 24 giugno 2010 TR Estate 2 ha chiesto di uscire dall’Accordo di Programma, accusando gli Enti pubblici di non aver rispettato la tempistica prevista per le autorizzazioni, ricostruzione respinta dagli Enti.
  • Negli ultimi giorni, la Regione ha proposto una risoluzione consensuale (cioè senza colpa) dell’Accordo di Programma con TR Estate 2, impegnandosi a versare a TR Estate 2 i costi finora sostenuti perla bonifica – pari a circa 25 milioni di euro –  più altri 4 milioni di euro pagati per l’acquisto dell’area, diventando in cambio proprietaria dell’area.

Fin qui la fedele ricostruzione della recente cronistoria della vicenda da parte dell’Amministrazione Comunale. Ci permettiamo di ricordare un altro passaggio, laterale ma comunque importante per capire la storia  e cioè l’arresto di Grossi nel mese di ottobre 2009 con l’accusa di appropriazione indebita e frode fiscale nella bonifica di Santa Giulia di Milano, episodio che getta ombre inquietanti sulla possibilità di reiterazione del reato sull’area ex Sisas. E ci chiediamo:

  • perché la Regione tollera da mesi che Grossi non rispetti i patti, non perseguendolo per il mancato versamento dei 50- 60 milioni di euro di fidejussione che oggi sarebbero utilissimi a coprire il completamento della bonifica (come ha evidenziato anche il servizio su La7)?
  • perché la Regione vuole chiudere “bonariamente” la questione con Grossi proponendo di restituirgli 29 milioni, invece che trattarlo come un privato inadempiente?
  • che intenzioni ha la Regione sull’area di Pioltello – Rodano, una volta acquisita?

Sono domande per le quali confidiamo di ricevere una risposta – anche indiretta – dalla nostra Amministrazione Regionale.

Annunci

4 pensieri riguardo “Tre domande alla Regione

  1. Riprendiamo dal Corriere della Sera

    http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/10_luglio_20/sequestro-area-santa-giulia-1703415391190.shtml

    l’area bonificata da Grossi a Santa Giulia di Rogoredo è stata posta oggi sotto sequestro per la presenza nella falda acquifera sottostante l’area di sostanze pericolose per l’ambiente e la salute, tra cui alcune cancerogene e altre dannose per fertilità e gravidanza .
    Grossi e il socio Zunino sono accusati di discarica abusiva, smaltimento illecito dei rifiuti e avvelenamento delle acque insieme alle aziende di movimentazione terra che hanno lavorato nell’area.

    Se si va a rivedere il terribile servizio su La7 pubblicato sul nostro sito, non c’è molto da stupirsi … https://pioltello.wordpress.com/2010/05/16/la-ex-sisas-su-la7/

  2. Ciao Angelo,

    conosco bene questopo articolo e ho conosciuto il suo autore. L’avevo trovato molto interessante perchè lascia ben capire come la politica per più di 20 anni, a tutti i livelli, non abbia saputo dare alcuna risposta valida in merito a tutta la storia della Sisas, ora ex-Sisas. Con il Comitato di Quartiere di Limito avevo proposto alcune citazioni di questo reportage durante la tavola rotonda pubblica organizzata sul tema della ex-Sisas il 6 marzo 2009.
    Mauro Suttora, che in quei giorni era fortunatamente a Milano, venne anche a salutarci all’inizio della tavola rotonda.
    Nel corso del dibattito, a fronte delle inevitabili amare considerazioni emerse sul quel documento e sui fatti attuali (ora peggio di un anno fa…), ci fu addirittura qualche politico locale che ebbe la bella pensata di dire che l’atteggiamento del Comitato di Quartiere era di “antipolitica”.
    Con la solenne promessa di tutti i politici locali, in chiusura di serata e per ricomporre gli animi, di impegnarsi a “vigilare” attentamente ed informare i cittadini tempestivamente.
    Con i risultati che ora sono sotto gli occhi di tutti.
    Non faccio di ogni erba un fascio, ovviamente. Chi, come te, ha la pazienza e la volontà di informarsi, riconoscerà “chi ha fatto cosa” e tirerà le sue conclusioni.
    Il dossier di questo sito, di per sè, fornisce già una discreta quantità di elementi.

    Gianluca Premoli

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.