Pioltello la città con più figli di migranti a scuola

“Tra i comuni italiani con la più alta concentrazione di alunni figli di migranti si segnala Pioltello, con oltre il 30%”: per il Ministero dell’Istruzione, Pioltello è il caso nazionale di presenza di alunni stranieri nelle scuole.

Nel report 2013-2014 dedicato al tema, il Ministero colloca la nostra città tra i Comuni con la più alta percentuale di studenti stranieri su tutto il territorio nazionale, con oltre il 54% di allievi di “seconda generazione”, cioè ragazzi nati in Italia da genitori di nazionalità estera.

Abbiamo chiesto a Gabriella Baldaro, insegnante nella scuola Iqbal Masih (e nostra candidata nelle ultime elezioni) di commentare questa notizia:

GabriellaBaldaro
Gabriella Baldaro

“Pioltello è interessata in modo significativo dall’immigrazione di diverse etnie; i ragazzi, provenienti da Paesi differenti ed inseriti nelle nostre scuole, ci portano ad un positivo confronto di culture e, contemporaneamente, ci inducono ad attivare iniziative e progetti idonei al loro proficuo inserimento nella nostra realtà scolastica. La Scuola Statale appare quella preferita da parte delle famiglie dei migranti, in quanto offre una formazione gratuita, aperta a tutti ed adeguata all’alfabetizzazione e all’integrazione dei figli.”

Come si è organizzata la tua scuola per l’accoglienza dei figli di migranti?

“L’Istituto Comprensivo di Seggiano dà grande priorità all’accoglienza dei giovani figli dei migranti, a partire dalla sua titolazione a Iqbal Masih, bambino pakistano simbolo della lotta allo sfruttamento del lavoro minorile. Nel nostro Istituto, i docenti hanno adottato un ‘Protocollo d’accoglienza’ per realizzare l’accoglienza e l’integrazione nei diversi ordini di scuola, basato sulla Costituzione Italiana (art.34), sulla Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e sul Libro verde sulla dimensione europea dell’istruzione del 1993. Il Protocollo fissa i criteri di inserimento dei ragazzi immigrati, i test di ingresso, le fasi dell’accoglienza e le attività per facilitare l’apprendimento dell’italiano. Il Protocollo viene rivisto periodicamente, sulla base delle esperienze realizzate. Così come ogni anno viene nominata la commissione Intercultura in cui sono presenti docenti dei vari ordini di scuola.”

Quali attività concrete aiutano i ragazzi nell’apprendimento?

“Abbiamo molti progetti, anche finanziati dal Comune, per l’educazione interculturale. Ci sono i laboratori di italiano L2 con alunni stranieri non italofoni ed italofoni, per l’apprendimento della lingua come mezzo per comunicare e per imparare. Ma l’integrazione più autentica avviene in classe, con attività di cooperative learning in cui gli alunni – da soli – privilegiano stili di apprendimento dove chi sa di più aiuta ed è di stimolo a chi sa di meno: la scuola dell’integrazione e della democrazia è anche la scuola in cui ciascuno, in relazione alle proprie capacità, apporta un contributo significativo al gruppo e, a tutti i membri del gruppo, vengono riconosciute e garantite pari opportunità formative.”

Annunci

Un pensiero riguardo “Pioltello la città con più figli di migranti a scuola

  1. I cittadini Pioltellesi , soprattutto quelli stranieri dal 1 gennaio 2015 dove andranno a partorire? A melo? Ho i miei seri dubbi ! La delibera e’ stata temporaneamente sospesa. Per un mese! Entrò il 27 novembre il collegio Sindacale dovrà decidere sul futuro ! Se non erro il 5 o il 6 dei Sindaci andranno in regione per parlare di ciò !

    Inviato da iPhone

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.