L’assessora alla scuola presenta il Piano di Diritto allo studio 2016/2017

V02 Baldaro

Pubblichiamo una presentazione del Piano Diritto allo Studio 2016/2017 redatto dalla neo assessora alla scuola Maria Gabriella Baldaro.

Approvato dal Consiglio comunale del 19 Ottobre u.s. il Piano di Diritto allo Studio stanzia 1, 152 milioni di euro investiti a sostegno della crescita dei nostri ragazzi.

Il filo conduttore del Piano per il diritto allo studio per l’anno scolastico 2016/17 è l’Educazione alla Legalità. Abbiamo scelto questo tema perché in continuità con le linee programmatiche della Sindaca Ivonne Cosciotti, in cui si parla espressamente di “vaccinare” la città con anticorpi buoni, prima di tutto nelle scuole. Nell’insegnare le regole del vivere civile, la scuola può restituire benessere e serenità, perché fa acquisire agli allievi atteggiamenti sociali positivi, comportamenti funzionali all’organizzazione democratica e civile della società e favorisce lo sviluppo dell’autonomia di giudizio e dello spirito critico, strumenti mentali indispensabili per saper discriminare le varie forme di comportamento ed arginare i fenomeni negativi, emarginandoli dalla coscienza collettiva.

Nel dettaglio,  gli stanziamenti economici previsti dalla L.R. 31 del 1980 e predisposti nel Piano per l’anno scolastico 2016 – 2017,  sono distribuiti su quattro macro aree.  La prima, che riguarda le richieste delle scuole all’Amministrazione – raggruppate nella voce “Offerta formativa richiesta dalle autonomie”  e prevede un investimento di 111.518 euro. Al suo interno vi sono grandi progetti come i laboratori di teatro, musica, cinema e video, che hanno caratterizzato le scuole di Pioltello in questi anni, all’interno dei quali sarà declinato il tema della legalità.

La seconda macroarea, per la quale l’amministrazione ha stanziato 102,351 euro, riguarda i progetti proposti dall’assessorato alle scuole – “Offerta formativa degli assessorati” –, aumentati significativamente quest’anno, avendo potuto contare su progetti gratuiti, proposti da altri assessorati e da Enti del territorio.

Tra le proposte offerte dall’Assessorato all’Istruzione alle Scuole per l’ampliamento dell’offerta formativa, il nucleo tematico resta sempre l’Educazione alla Legalità, che viene declinata come segue:

  • Educazione alla parità di genere ( Progetto ed. alle relazioni affettive CE.A.F. Onlus)
  • Educazione alla Convivenza civile ( Il gruppo e le regole Associazione Valeria)
  • Educazione alla prevenzione del bullismo e del cyber bullismo ( “E gli altri stanno a guardare” CE.A.F. onlus)
  • Lotta alle mafie ( Le mafie in Lombardia “Libera”, Associazione,Nomi e Numeri contro le mafie)
  • Educazione ai valori della Costituzione ANPI
  • Educazione al rispetto dell’ambiente AMSA
  • Educazione alla Salute e al Benessere LILT ( Agenti 00Sigarette LILT)

Accanto ai progetti per l’ampliamento dell’offerta formativa, è stato previsto anche un cineforum per  le scuole di ogni ordine e grado ed una ricca rassegna di film che abbracciano diverse tematiche: dalla lotta alla violenza contro le donne, alla lotta alle mafie, all’educazione all’accoglienza e al rispetto, la sicurezza e la legalità.

Sono stati previsti, inoltre, momenti di supporto alla funzione genitoriale, mediante Convegni sul tema della Legalità, che si terranno nelle Scuole del territorio.

Fanno inoltre parte delle proposte dell’Amministrazione: il Progetto Benvenuti, che prevede corsi di italiano per  ragazzi stranieri NAI; il progetto Orientiamoci, per la scelta della scuola Secondaria di primo grado; l’Orienta day, giornata in cui le scuole superiori si presentano agli studenti; un servizio di sostegno psicopedagogico e l’erogazione di borse di studio ai ragazzi meritevoli e bisognosi di Pioltello, nonché alla valorizzazione delle eccellenze.

Ai progetti specificatamente didattici si aggiungono poi progetti di integrazione e mediazione culturale rivolti ai ragazzi appena arrivati in Italia – di lingua inglese, di psicomotricità per i bambini delle scuole per l’Infanzia e le primarie, in particolare per gli alunni diversamente abili. Riconfermato anche lo screening su tutti gli alunni delle classi seconde della Scuola Primaria, per individuare coloro che presentano disturbi specifici dell’apprendimento, per  porre in atto adeguate misure didattiche e prevenire il disagio scolastico.

Da quest’anno,  i progetti verranno sottoposti  a un nuovo criterio di verifica.

Oltre al lavoro degli uffici scuola, competenti sulle relazioni  che vengono inviate dalle scuole sui progetti, è mia intenzione elaborare un questionario specifico da consegnare a docenti e soprattutto studenti, sul gradimento e l’ efficacia delle proposte che provengono dall’assessorato, in modo da migliorare e calibrare sempre più sui ragazzi le nostre proposte.
Chiudono il Piano per il diritto allo studio gli stanziamenti per le autonomie scolastiche che ammontano a 45.540 euro e quelli per i servizi essenziali. Questi ultimi assorbono il grosso del Piano – quasi 893mila euro – e servono per finanziare la fornitura di libri di testo per le primarie e l’acquisto di arredi, poi i servizi per facilitare la frequenza scolastica, come per esempio il pre e post scuola, il contributo alle scuole paritarie dell’Infanzia e la refezione scolastica.

Per l’elaborazione del PDS ho sondato accuratamente i bisogni degli Istituti scolastici, visitando tutti i Dirigenti  di tutte le scuole di ogni ordine e grado del comune di Pioltello, affinché potessi avere chiara l’analisi di contesto delle singole scuole: punti di forza, criticità, richieste specifiche all’Amministrazione. Sulla base della lettura dei bisogni, mi sono attivata per dare una risposta coerente alle richieste, affinché vi fosse una distribuzione razionale delle risorse.

Tutti i progetti inseriti nel Piano di diritto allo studio, sono  diretti a mettere al centro l’alunno nella sua crescita e nel suo sviluppo armonico come singolo e nella comunità cittadina in cui vive.

Il PDS rappresenta un notevole sforzo di idee, di energie operative, di risorse umane e finanziarie, attivate al fine di ottimizzare le risorse garantendo la qualità dell’offerta formativa ai nostri studenti.

L’Amministrazione Cosciotti ha mantenuto fede agli impegni con le scuole, confermando i finanziamenti, per garantire il diritto allo studio per tutti gli studenti ( come previsto dalla L.R. n.31 del 1980), nonché per ampliare l’offerta formativa di tutte le scuole del territorio.

L’Amministrazione così si conferma un interlocutore attento ai bisogni delle Scuole, perché in esse si costruiscono i futuri cittadini.  Scuole, Amministrazione e famiglie assieme in un patto educativo per fare dei nostri figli,  adulti preparati e consapevoli.

                                                                                    Maria Gabriella Baldaro

Assessora alla Scuola, Integrazione scolastica, Multiculturalità, Rapporti con le Associazioni dei genitori, Rassegne teatrali per la scuola, Rapporti con scuole superiori e università, Ricerca, Promozione dell’educazione del cittadino
Annunci

Un pensiero riguardo “L’assessora alla scuola presenta il Piano di Diritto allo studio 2016/2017

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...