Una tesi sulla mafia a Pioltello

23561598_1489846591106186_5336036007836035036_n“Insediamento e sviluppo delle organizzazioni mafiose nella Martesana. Il caso di Pioltello” è il titolo di un bel lavoro di tesi di scienze politiche svolto da Mattia Ruffoni, un giovane di Bellinzago laureatosi col professore Nando Dalla Chiesa.

Nella sua tesi di laurea, di agevole lettura, troviamo la ricostruzione delle vicende mafiose che hanno interessato la nostra città, rivelate delle operazioni Crimine ed Infinito e la mappa delle associazioni criminali – non solo italiane – presenti nel nostro territorio.

Ecco un breve assaggio delle ricostruzioni effettuate dalla magistratura e riprese nella tesi:

“A Pioltello era attiva l’omonima locale, gestita dalle famiglie Manno-Maiolo, originarie di Caulonia, in provincia di Reggio Calabria. L’apertura della locale si celebrò il 1° marzo dl 2008 presso il ristorante “La Cadrega”, a Limito di Pioltello,dove si ritrovarono alcuni esponenti di spicco della ‘Ndrangheta calabrese in Lombardia. Le intercettazioni delle forze dell’ordine, sia ambientali che telefoniche, hanno svelato la presenza dei seguenti soggetti: Alessandro Manno, Giuseppe Manno, Marcello Ilario Portaro, Cosimo Maiolo, Giuseppe Piscioneri, Vincenzo Lavorata, Roberto Malgeri, Saverio Minasi, Stefano Sanfilippo e Cesare Rossi (…) Il 5 marzo 2008, in un’altra intercettazione ambientale tra il capo della locale di Bollate (Vincenzo Mandalari) e il capo della locale di Cormano (Pietro Panetta), quest’ultimo fa riferimento a telegrammi di congratulazioni arrivati da Caulonia; in più aggiungono che «quelli di Pioltello» hanno fatto le cose in grande perché c’erano «una decina di giovanotti sparsi per tutto il paese» che «facevano il servizio di vigilanza» e cioè assicuravano che non fossero presenti in zona occhi indiscreti.”

Ringraziamo Mattia per messo a disposizione del nostro sito il testo completo della sua tesi, autorizzandoci alla pubblicazione.

 

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.