Ndrangheta seconda generazione

BombaLimito2.jpg

Manuel Manno ha raggiunto in carcere il cugino Roberto, arrestato qualche settimana fa per la bomba a Limito. Le indagini della magistratura hanno infatti allargato le responsabilità dell’attentato ad entrambi i cugini, oltre che ai due presunti complici Fabrizio Gambardella e Francesco Pentassuglia.

Manuel, 27 anni, era già stato arrestato nel 2011 nell’ambito dell’operazione Infinito, insieme al padre Alessandro ed allo zio Francesco, fratello di Alessandro e padre di Roberto. E così, mentre i due fratelli sono in prigione, i loro figli vengono arrestati per estorsione, usura e violenza privata, confermando che siamo di fronte alla seconda generazione della ‘ndrangheta pioltellese.

Annunci

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.