Nuovo Piano di Diritto allo Studio 2019/20: l’Educazione del Cittadino

Qui di seguito l’introduzione a firma dell’assessore all’istruzione Gabriella Baldaro e della sindaca Ivonne Cosciotti in merito al Piano di Diritto allo studio 2019-2020 approvato nel consiglio comunale del 18 novembre 2019. E’ un piano ricco di iniziative e interventi incentrato sul tema dell’Educazione del cittadino. Molti sono i soggetti e le associazioni cittadine che interverranno portando il proprio positivo apporto nelle nostre scuole.

Gli interventi comunali per il Diritto allo Studio rappresentano un investimento annuale notevole che garantisce a tutta la popolazione scolastica della città le migliori condizioni di accesso al diritto allo studio e l’eliminazione di tutti quegli ostacoli di ordine economico e sociale che, altrimenti, non consentirebbero la piena realizzazione della persona. Il dialogo continuo con le scuole nelle persone dei Dirigenti scolastici permette all’Amministrazione di avere una lettura analitica dei bisogni delle scuole e consente una risposta efficace con la pianificazione di interventi strutturati, mirati alla predisposizione di risorse razionalizzate.

Annualmente, con il Piano del Diritto allo studio, l’Amministrazione Comunale programma gli interventi economico finanziari a sostegno dei servizi nelle scuole del territorio, offrendo ulteriori opportunità educative e formative agli studenti delle scuole cittadine.

Il territorio della nostra città e la sua composizione sociale, caratterizzata dalla presenza di molteplici culture ed etnie, esigono che la scuola, luogo deputato per eccellenza all’accoglienza, all’inclusione e all’integrazione, veicoli i valori del rispetto delle regole per una convivenza civile reale.

“L’Educazione del cittadino” rappresenta la pietra angolare di un progetto democratico. Essere cittadini presuppone, sempre e comunque, una dimensione attiva, propositiva e finalizzata al miglioramento della comunità stessa. Per vivere in una società migliore, in cui ciascuno si senta parte di una comunità e si adoperi per il bene comune, occorre necessariamente partire dalla formazione dell’uomo e del cittadino, già tra i banchi di scuola in ossequio ai principi sanciti dal dettato costituzionale.

Se essere cittadini significa essere e sentirsi parte di una comunità sociale, allora nell’”hic et nunc” della realtà storico-sociale in cui viviamo, essere cittadini significa appartenere ad una realtà che è locale (potremmo dire cittadina), nazionale, ma oggi potremmo dire anche internazionale, europea, globale. Non si può pensare, oggi, di appartenere esclusivamente a una realtà micro, ma bisogna tener conto dei cambiamenti sociali e culturali in atto. Il tema suggerito in questo Piano del Diritto allo Studio, quindi, è “l’Educazione del cittadino”, che trova esplicito riferimento nelle Indicazioni Nazionali per il curricolo del 2012: educazione dei cittadini e delle cittadine per favorire lo sviluppo di comportamenti responsabili ispirati alla conoscenza e al rispetto della legalità, della sostenibilità ambientale, dell’educazione alla salute.

L’Educazione del cittadino rappresenta una delle finalità principali del sistema scolastico italiano, secondo i dettami della nostra Costituzione: educare il cittadino secondo un’etica della responsabilità, secondo il senso della legalità e dell’appartenenza a una comunità residente in un determinato territorio, alla cui vita sociale egli deve contribuire in modo attivo e competente, secondo le regole proprie della democrazia. Educare inoltre il cittadino al rispetto dell’ambiente per conservarlo, cercare di migliorarlo in quanto patrimonio comune a disposizione di tutti. La scuola è una comunità educante di dialogo, di ricerca, di esperienza sociale, informata ai valori democratici e volta alla crescita della persona in tutte le sue dimensioni. In essa ognuno, con pari dignità e nella diversità dei ruoli, opera per garantire la formazione alla cittadinanza responsabile in conformità ai principi dettati dalla Costituzione.

L’alunno al centro, nella sua dimensione di cittadino, in cui i valori della legalità, della pace, del rispetto, dell’integrazione e della solidarietà costituiscono i capisaldi del vivere civile.

Ringraziamenti doverosi vanno ai Dirigenti scolastici, ai docenti, agli educatori, al personale ATA, al Dirigente dei Servizi alla comunità, alle forze politiche, alle associazioni che, a vario titolo, hanno apportato il loro contributo e a tutto il personale dell’ufficio Istruzione e Servizi scolastici del Comune di Pioltello per il lavoro svolto nella elaborazione e nella stesura del Piano. Buon lavoro a tutti

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.