La spagnola colpì anche il parroco di Pioltello nel 1918

don carreraDopo aver trovato curiosità sulle epidemia di peste nel ‘500 e di colera nel ‘800 a Pioltello, concludiamo questa ricerca con l’influenza detta spagnola che si sviluppo a conclusione della prima guerra mondiale, quindi un secolo fa nel 1918. Fu uno degli eventi più tragici che portò alla morte di oltre 50 milioni di persone nel mondo. Della sua comparsa a Pioltello ho trovato solo alcune tracce che riporto.

In Lombardia la chiamarono direttissima per la velocità e violenza con cui stroncò le persone non solo anziane. In Italia morirono circa 600mila persone collocandosi come la peggior pandemia di sempre. Alcune analogie con il coronavirus sono proprio il fatto di essere stata una influenza, di essere molto violenta e portare a morte molte persone. WhatsApp-Image-2020-04-24-at-20.01.11-600x890Le modalità per combatterla furono simile a quanto sta avvenendo oggi: isolamento, disinfezione e mascherine. Le maschere anche allora rappresentavano la linea di difesa più diffusa per coloro che non ne erano stati contagiati. Nel manifesto d’epoca che vedete allegato troviamo molti dei provvedimenti che anche noi abbiamo vissuto in questi ultimi due mesi.

Ma a Pioltello cosa accadde? Troviamo uno scritto dello stesso parroco di S.Andrea don Giuseppe Carrera, da cui prende il nome di una via della nostra città. Don Carrera era arrivato a Pioltello nel 1905 dopo una esperienza come assistente dell’oratorio di Cernusco. A Pioltello fu lui a dare vita alle prime esperienze degli oratori e rimase come parroco fino al 1946, data della sua morte. In uno scritto racconta proprio della  malattia che colpì anche lui: nell’ottobre del 1918 il parroco fu soprappeso dalla Spagnola: stette un mese in parrocchia ammalato, ed un altro mese lo passò presso la famiglia sua a Trecella”.

Don Carrera guarì e condusse poi la parrocchia fino al 1946. Dal registro dei morti emerge però che sorte peggiore ebbero ben 85 pioltellesi. Anche Limito pagò un doloroso tributo, in quell’anno perirono ben 61 persone quando abitualmente non si raggiungevano più di una ventina di morti. Ogni morto turbò per mesi la piccola comunità pioltellese che non poté così gioire troppo per l’annuncio della fine della Prima Guerra Mondiale.

Fu’ quello uno dei peggiori decenni del ‘900 nel quale anche dalla nostra città perirono molti giovani nella Grande Guerra e poco dopo altrettante persone per la cosiddetta “Spagnola”.

a cura di Fabiano Gorla

EPIDEMIE - L'INFLUENZA SPAGNOLA
A Seattle nel 1918

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.