Consiglio comunale: il servizio Tutela minori passa ad Azienda Futura

 

Nel consiglio comunale di giovedì scorso 25 ottobre 2018 (di cui potete vedere la registrazione) si è ampiamente discusso del ruolo di Azienda Futura alla luce del progetto di  ampliamento dei servizi in gestione dalla stessa Azienda inserendo le attività di Tutela dei minori.

La scelta è stata effettuata in un ottica di razionalizzazione strategica dei servizi finalizzata a poter dare maggior stabilità al settore visto la delicatezza delle tipologie di intervento sui minori stessi. Si dà così possibilità a Futura di ampliare la propria azione che attualmente riguarda già molti servizi: asilo nido e nido estivo, centri per la famiglia e sportello genitori, centri diurni e ricreativi estivi per minori, educativa territoriale, servizi educativi a favore dei minori e C.A.G., pre e post scuola, interventi psicopedagogici in ambito scolastico. Con questa azione si va a rinforzare l’azione e la professionalizzazione della azienda stessa in modo che sappia sempre al meglio rispondere con servizi ai bisogni a cui risponde. Questo passaggio è stato ampiamente discusso nella commissione specifica dalle forze politiche di maggioranza e opposizione e poi approvato all’unanimità. Inoltre è stata data informazione della nomina di Francesco Negri come amministratore unico di Azienda Futura.

Gruppo Consigliare Lista per Pioltello-Vivere Pioltello
Mirko Dichio, Antonello Avalli, Marta Cervi, Fabiano Gorla

 

 

 

Annunci

Report del Consiglio comunale del 7 giugno 2018

Il  Consiglio Comunale del 7 giugno si è aperto con la commemorazione da parte del Presidente Menni della figura di Aldo Moro in occasione del 40° anniversario della sua uccisione. In particolare il presidente ha citato una frase importante dello stesso Moro Non è importante che pensiamo le stesse cose, che immaginiamo e speriamo lo stesso identico destino, ma è invece straordinariamente importante che, ferma la fede di ciascuno nel proprio originale contributo per la salvezza dell’uomo e del mondo, tutti abbiano il proprio libero respiro, tutti il proprio spazio intangibile nel quale vivere la propria esperienza di rinnovamento e di verità, tutti collegati l’uno all’altro nella comune accettazione di essenziali ragioni di libertà, di rispetto e di dialogo.
Ha ricordato inoltre Sacko Soumayla, il migrante attivista sindacalista maliano ucciso in Calabria e le pesanti condizioni di sfruttamento nella piana di Gioia Tauro dove si percepisce in modo molto forte l’assenza dell’istituzione.  In chiusura non è mancato un sincero augurio al nuovo governo insediatosi.
All’intervento del Presidente Menni è seguito quello della Sindaca Ivonne Cosciotti che ha dichiarato il suo augurio personale al nuovo presidente del Consiglio Conte.
Alla figura del Presidente della Repubblica Mattarella è andato un grazie per la gestione dei 90 giorni che hanno preceduto la formazione del nuovo governo.

Tra le comunicazioni la Sindaca Cosciotti evidenzia che per il periodo estivo è in programma una fitta serie di eventi che vedrà nell’Area Feste il suo punto di incontro per la cittadinanza. Le iniziative si apriranno con la Festa dello Sport. Il periodo estivo sarà inoltre dedicato alle opere di manutenzione nelle scuole.
Viene comunicato inoltre che il Comune di Pioltello ha superato la prima fase del Bando Europeo UIA 3 e propone infine un minuto di silenzio in ricordo di Sacko Soumayla.

Dopo l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, il Consiglio Comunale inizia con una serie di interrogazioni.

Continua a leggere “Report del Consiglio comunale del 7 giugno 2018”

Approvata in consiglio comunale mozione sul disarmo: #ItaliaRipensaci

Il consiglio comunale del 7 giugno 2018 ha approvato la mozione che ho presentato a nome del gruppo nostro gruppo consigliare e che  impegna la giunta a inviare a governo e parlamento richiesta di ratifica del Trattato Onu sull’abolizione delle armi nucleari. Può sembrare una tematica molto lontana ma è di notevole attualità basti pensare alle schermaglie quotidiane dei potenti della terra e le minacce di usare questa armi devastanti nei conflitti attuali.

22691_a45127

Anche noi abbiamo la nostra parte avendo sul territorio lombardo una quarantina di testate nucleari stipate nelle basi di Ghedi a Brescia, e pertanto abbiamo il dovere morale ed etico di non rimanere in silenzio, ancor più nel momento storico in cui, 72 anni dopo lo scoppio dell’atomica, è finalmente stato firmato un Trattato di Abolizione delle stesse il 7 luglio dello scorso anno. Un lento ma inesorabile fronte popolare di associazioni e movimenti (circa 500) sta portando in tutto il mondo richiesta di fare questo grande passo per l’umanità. Questo movimento ha ottenuto il Nobel per la Pace nel 2017. Ben 10 nazioni hanno già ratificato il Trattato che diventerà effettivo alla firma del cinquantesimo stato.

E’ un percorso che è giusto intraprendere ed insieme a molte altre amministrazioni locali vogliamo chiedere che il nuovo governo si impegni a prendere una posizione che sappia guardare con speranza al futuro. La mozione è stata votata dai consiglieri presenti di Lista per Pioltello, Vivere Pioltello, PD, Socialisti, Movimento Cinque stelle, Forza Italia e Progetto Pioltello. Unico astenuto in sala il presidente del consiglio Menni.

FabianoGorlaLa sindaca ha poi ribadito il suo impegno personale e della nostra città a sostenere ogni percorso di pace, come già avvenuto recentemente con la serata condivisa con la Rete per la Pace Pioltello su questo tema e come avverrà con la partecipazione alla marcia Perugia- Assisi del 7 ottobre.

Fabiano Gorla
Consigliere comunale
Lista per Pioltello -Vivere Pioltello

Novità dal consiglio comunale del 24 aprile

30727961_1634383769985800_3375423431828332482_n (2)

A cura del Gruppo Consigliare del Movimento Lista per Pioltello-Vivere Pioltello

Antonello Avalli, Marta Cervi, Mirko Dichio, Fabiano Gorla

Nel consiglio comunale del 24 aprile 2018 è stato approvato il rendiconto di gestione del 2017. E’ stato un momento importante che ha dimostrato la bontà del percorso iniziato quasi due anni fa e portato avanti in questi mesi. Le fasi di progettazione e attivazione di interventi stanno dando buoni risultati. Si è evidenziata la positività dell’aumento delle entrate del nostro ente a dimostrazione di una nuova capacità di reperire fondi e partecipare a bandi di altre istituzioni. Sono aumentati anche i tributi provenienti dalle nuove aziende che hanno scelto di insediarsi nella nostra città. Anche questo fattore ha permesso di aumentare le entrate in conto capitale da 1milione di euro alla considerevole cifra di 3milioni e 700mila euro, permettendo all’amministrazione di aumentare gli investimenti in atto che la cittadinanza in questo ultimo anno ha potuto chiaramente vedere.

btyNella pratica sono stati ricordati alcuni degli interventi che in questi mesi i cittadini han visto come il rifacimento piazza della Stazione e vie adiacenti, interramento cavi per la fibra ottica, ingresso dalla Cassanese in via Milano, rotonde via Cattaneo (al posto del famoso fagiolone), bando periferie, tetto della cascina Castelletto … e quelli che inizieranno nei prossimi mesi già progettati e finanziati come il rifacimento dell’illuminazione pubblica, la nuova piattaforma ecologica, nuovo Parco Pertini,  piazza del Mercato, ciclo-pedonale al Malaspina, piano di smaltimento aree con amianto, interventi sulle scuole, , rifacimento del tetto della palestra di via Molise, gli spogliatoi del campo di via della Stazione, l’ampliamento della caserma dei Carabinieri, informatizzazione delle aule scolastiche.

In merito a quest’ultimo tema è stato votato l’acquisto di LIM (Lavagna Interattiva Multimediale) per tutte le classi delle scuole elementari della città e di Tablet per tutti gli studenti delle scuole medie che confidiamo sia attivo già dal prossimo settembre

bdr

Dalle relazioni esposte si è evidenziato il raggiungimento del 95% di tutti gli obiettivi previsti per il primo anno di mandato amministrativo come da Documento Unico di Programmazione. Un dato che ci rende orgogliosi di sostenere l’attuale amministrazione.

Durante la serata sono stati  presentati i nuovi dirigenti comunali Rita Taraschi e Federico Ottolenghi .

La sindaca Ivonne Cosciotti è intervenuta in merito al tema della sicurezza per mettere a conoscenza la cittadinanza di un importante percorso che l’ha vista impegnata in prima linea  in questi ultimi mesi. Dopo aver effettuato alcuni primi importanti interventi, come l’installazione di 32 telecamere e soprattutto l’ampliamento della caserma che vedrà opera il prossimo anno, è stato attivato un percorso con 18 comuni dell’area Martesana finalizzato all’unione e più stretta collaborazione tra le  forze di polizia locale.

I comandanti delle varie polizie stanno già iniziando ad effettuare incontri per programmare le modalità con cui procedere. Questo percorso positivamente attivato dalla nostra sindaca verrà in futuro seguito dall’assessore Gaiotto che da ora avrà la delega alla Polizia Locale e alla Protezione civile.

 

Report dal Consiglio Comunale del 12 aprile 2018

Il consiglio comunale del 12 aprile 2018 ha visto  l’ingresso dei nuovi consiglieri della Lista per Pioltello: Antonello Avalli, Marta Cervi e Fabiano Gorla.

Durante la serata è stato nominato il nuovo rappresentante della maggioranza per la Consulta Sportiva, Rocco Giordanelli. E’ stato inoltre nominato il nuovo rappresentante delle forze di minoranza nella consulta interculturale Laye Coulibaly.

Durante il consiglio la sindaca Cosciotti ha annunciato l’apertura dei tre punti negozi sociali al Satellite in via Wagner frutto del bando sulle periferie sulle tematiche del lavoro, dell’abitare e della coesione sociale. Saranno gestiti da cooperative sociale Arti&Mestieri, CS&L, Fuoriluoghi e la Cordata. Ha annunciato anche la partecipazione per cifre ancor più consistenti (circa 5 milioni) al bando europeo Urban Innovative Actions, presentato insieme ai comuni di Rescaldina e Cerro Maggiore. Il bando è stato costruito insieme al Politecnico di Milano e altri soggetti; la novità sta nella possibilità di presentare interventi su proprietà private anche con soldi pubblici che è la situazione che caratterizza alcune parti più degradate della nostra città.

E’ stato poi annunciato un ulteriore step nella riorganizzazione dell’ente comunale con il passaggio da quattro a tre dirigenti (tra l’altro con un risparmio annuo di circa 60mila euro).

Particolarmente significativo è stato il tributo dato a Giovanni Rizzi da parte della sindaca e il minuto di silenzio dell’intero consiglio comunale e dei partecipanti in sala.

Gli assessori di riferimento hanno poi risposto alle interpellanze in merito a buche nelle strade, cimiteri e illuminazione pubblica. Tutto questo potete rivederlo sul canale Youtube del consiglio comunale che, fedeli ad una idea di trasparenza della politica, ripubblichiamo qui sotto

Fabiano Gorla
Consigliere Lista per Pioltello

 

I nostri nuovi consiglieri comunali

bmd
Fabiano Gorla, Marta Cervi e Antonello Avalli

Nella seduta del 12 aprile si sono insediati i nuovi consiglieri comunali Antonello Avalli, Marta Cervi e Fabiano Gorla che, insieme al capogruppo Mirko Dichio, costituiscono la nuova squadra che rappresentano in consiglio comunale il nostro Movimento.

Chi sono i nuovi consiglieri?P1210349

Antonello Avalli, classe 1961, abita a Limito.  Diplomato in informatica, lavora come impiegato in una multinazionale. E’ stato delegato sindacale Cisl. Da sempre impegnato in parrocchia e nel consiglio di amministrazione della Scuola dell’Infanzia “San Martino” di Limito, è tra i fondatori del Comitato genitori di quella scuola.  Ha fatto anche parte del Comitato di Quartiere di Limito “Ho aderito al Movimento perché credo nella buona politica e voglio mettere il mio impegno per contribuire alla crescita della città in cui vivo”

L04 CerviMarta Cervi ha 39 anni e da sempre vive a Seggiano. E’ laureata in Lingue e Letterature Straniere e insegna spagnolo presso l’Istituto Ezio Vanoni di Vimercate. E’ autrice, insieme a una collega ed amica, di libri per l’indirizzo turistico e alberghiero. Per alcuni anni ha affiancato nei compiti un gruppo di bambini delle elementari presso il Centro di Cultura Popolare di Seggiano ed attualmente è volontaria ABIO presso il reparto pediatria di Cernusco. E’ stata coordinatrice del Movimento dal 2007 al 2009. Tra i suoi desideri “.. una Pioltello accogliente e con maggior senso civico”.

P1090498 (2)Fabiano Gorla classe 1968, vive a Pioltello dalla nascita. Laureato in Scienze dell’Educazione, lavora come coordinatore -educatore nell’area delle dipendenze patologiche presso la Comunità Terapeutica Il Molino, dove sta sperimentando da tempo le potenzialità riabilitative della Montagnaterapia. E’ stato obiettore di coscienza al servizio militare ed è membro attivo della Rete per la Pace di Pioltello. Partecipa alla neonata Rete Antimafia Martesana. Ha creato e gestisce il blog “Pioltelloinbici”. “Voglio contribuire alla difesa del territorio partendo dal parco delle cascine e delle aree verdi di Pioltello, che vorrei avere l’onore di poter consegnare a chi verrà dopo di noi, come sono adesso e come lo sono da sempre: verdi.”

Diamo il benvenuto ai neoconsiglieri ed auguriamo una esperienza fruttuosa per la nostra città.

Fibra per gli edifici comunali

Come comunicato dall’assessore alle infrastrutture Giuseppe Bottasini durante il consiglio comunale del 17 ottobre, la Giunta ha approvato l’accordo operativo con Città Metropolitana per l’utilizzo della fibra ottica di proprietà della ex provincia per connettere ad internet il Municipio di Pioltello e gli altri edifici comunali, scuole comprese.

Continua a leggere “Fibra per gli edifici comunali”

Mai abbassare la guardia

ConsiglioComunale1.jpg
Clicca la foto per vedere l’intervento del consigliere Dichio al minuto 35′

Durante il dibattito in Consiglio Comunale sull’attentato a Limito, il capogruppo di “Lista per Pioltello – Vivere Pioltello” Mirko Dichio ha lanciato una riflessione su quanto accaduto, alla luce del contesto e delle particolarità del fatto.

La bomba di via Dante è qualcosa di molto diverso da altri fatti accaduti recentemente in città e riconducibili genericamente al tema della sicurezza, ha affermato Mirko. Un’auto bruciata è una cosa grave, ma per bruciare un automezzo parcheggiato per strada non occorrono mezzi particolari né una organizzazione speciale, che invece servono per costruire o procurarsi un ordigno esplosivo.

Continua a leggere “Mai abbassare la guardia”

Dal Consiglio Comunale: finanziata la caserma dei carabinieri

Prosegue l’impegno dei consiglieri comunali del nostro Movimento a rendicontare il loro lavoro in Consiglio Comunale. Questa volta il resoconto è a cura di Ennio Doccula.

La seduta del Consiglio Comunale del 27 aprile 2017 è aperta da una dichiarazione del consigliere Mauri, il quale, all’indomani delle celebrazioni per il 25 Aprile, invita alla riflessione sul legame tra liberazione e senso d’appartenenza europeo.

La seduta prosegue con la trattazione dei punti all’ordine del giorno:

1) COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE Partendo dal ricordo di John Fitzgerald Kennedy, il Presidente del Consiglio si esprime sulla necessità di difendere la democrazia a partire dal rispetto delle istituzioni e da una auspicabile, rinnovata vicinanza dei cittadini ad esse.
2) COMUNICAZIONI DEL SINDACO Il Sindaco passa brevemente in rassegna gli eventi più importanti della settimana amministrativa. Tra questi: a) l’organizzazione della Festa Patronale di Limito in stretta collaborazione con la cittadinanza, b) le celebrazioni del 25 aprile a Pioltello come invito al coraggio da parte della cittadinanza di fronte alle sfide che la attendono, c) la visita di Matteo Renzi a Pioltello nei giorni della presentazione del bando “Periferie al Centro”, d) la visita, da parte degli assessori alla cultura e ai servizi sociali, al carcere femminile per donne con bambini di Milano ICAM

Continua a leggere “Dal Consiglio Comunale: finanziata la caserma dei carabinieri”

Dal Consiglio Comunale: amianto, odori molesti, gas, farmacie e bike sharing

L02 Dichio
Mirko Dichio

Prosegue l’impegno del nostro gruppo consiliare a rendicontare il lavoro svolto in Consiglio Comunale. Ecco il resoconto della seduta del 6 aprile 2017, a cura del consigliere e capogruppo Mirko Dichio:

In apertura di seduta, Il Movimento 5 Stelle presenta una interrogazione sulla presenza di amianto a Pioltello. Risponde l’assessore all’Ambiente Bottasini: su circa 40 edifici comunali, ad oggi sono noti due casi di presenza di amianto:  il tetto degli spogliatoi del campo di calcio di via della Stazione, senza dispersione di fibre, che verrà bonificata nei prossimi mesi;  alcune coperture del cimitero di Pioltello; abbiamo sottoscritto un accordo con ATS (ex ASL) che prevede l’incrocio trimestrale dei dati raccolti da ciascun Ente; ad oggi sono stati censiti 320 casi in Pioltello di cui il 60% è stato rimosso o è sotto monitoraggio periodico, il 7% verrà smantellato nei prossimi mesi e un terzo è oggetto di ulteriori verifica perché risulta ad uno solo dei due enti; solo sei privati hanno finora utilizzato la convenzione predisposta dal Comune per la rimozione a prezzi ribassati.

Segue l’interrogazione presentata da Forza Italia sul tema delle persone senza fissa dimora presenti sul nostro territorio. Risponde l’Assessore ai Servizi Sociali Busetto, ricordando tutte le azioni dell’Amministrazione per il sostegno all’abitare e l’impegno quotidiano con cui ci si fa carico.

La terza interrogazione, presentata dal Partito Democratico per richiamare alle proprie responsabilità l’azienda Sirius di Cernusco, possibile responsabile degli odori molesti che disturbano la nostra città da due anni, viene discussa insieme alla interrogazione presentata dal nostro Movimento “Lista per Pioltello – Vivere Pioltello” sullo stesso argomento e che richiama le responsabilità degli enti preposti a sorvegliare (Cernusco, Città Metropolitana, ARPA, ATS). Risponde ad entrambe l’assessore Bottasini, ricordando la storia di questi odori, annunciando per il 12 aprile un incontro con Cernusco alla presenza di una rappresentanza del costituendo Comitato Ambiente e per metà maggio un ulteriore incontro con ARPA e comunicando l’attivazione di un sito per le segnalazioni da parte dei cittadini.

Il Presidente del Consiglio Comunale Menni ricorda le stragi di San Pietroburgo e in Siria.

Nelle sue comunicazioni, la sindaca Cosciotti ricorda con dispiacere il recente arresto di un dipendente comunale colto in flagranza di reato per corruzione, situazione risolta anche per la collaborazione attiva della Amministrazione.
Annunciando la visita del ministro all’istruzione alle scuole di Pioltello, la sindaca stigmatizza le affermazioni offensive fatte sui social network dal consigliere Galimberti sulla ministra Fedeli, cui Galimberti risponde.

Sul primo punto all’ordine del giorno, riguardante la partecipazione di Cogeser alla gara per l’affidamento del servizio di distribuzione gas, espone il direttore di Cogeser Facchinetti, che ricorda alcuni elementi della futura gara: l’affidamento del servizio varrà 12 anni e riguarderà l’intera Martesana; bisogna conferire tutte le reti in caso di perdita della gara; Cogeser non ha le dimensioni finanziarie (30 milioni contro i 150 necessari) e numero di punti serviti (50.000 contro 120.000) per partecipare alla gara da sola e quindi cerca un partner importante; Cogeser vorrebbe mantenere la sede della nuova società in Martesana e che si chiamasse “Energia Martesana”.
Il consigliere Berardi (Socialisti), come primo suo atto nel 1984 si occupò proprio del costo del gas, che è sempre stato calmierato sul nostro territorio e sostiene che sarebbe un peccato oggi entrare da Cenerentola in una nuova società; dobbiamo cercare di tenere basse le tariffe e continuare a garantire un ritorno economico al Comune e ottenere investimenti per il futuro.
Il consigliere Agnelli (Lega Nord) dichiara il voto favorevole del proprio gruppo e di Forza Italia, chiedendo convocazioni della commissione bilancio con maggiore continuità

Sul punto relativo all’adeguamento dello Statuto di Farcom srl alle disposizioni del novo testo unico sulle società partecipate,  la consigliera Ronchi (Forza Italia) sottolinea che biognerebbe prendere in considerazioni la vendita delle farmacie comunali per la loro scarsa redditività.

Sulla Convenzione tra i Comuni di Pioltello e Cernusco per il bike sharing, l’assessore Bottasini fornisce i costi complessivi del servizio (in massima parte coperti da aziende private), ricorda le azioni in corso per incentivare l’uso delle biciclette e si rende disponibile a rivedere il servizio in futuro. Il consigliere Dichio (Lista per Pioltello) insiste sul Piano per la mobilità sostenibile, anche attraverso una maggiore promozione del bike sharing, tenendo conto che il 5 aprile è stato sottoscritto un accordo tra ATM e Comune di Milano  che include anche il trasporto condiviso.

La seduta si conclude con l’ordine del giorno presentato dal consigliere Pino (Forza Italia) sulla trasparenza amministrativa in merito alla consistenza del demanio comunale. Visto che sul demanio del Comune ci sono 1600 pagine l’assessore al bilancio Gaiotto chiede ed ottiene il ritiro dell’ordine del giorno per portarlo in commissione.

Dal Consiglio: parlamentari in visita, CUC e bando profughi

Continua l’impegno del nostro gruppo consiliare a rendicontare il lavoro svolto in Consiglio Comunale. Il resoconto è stato curato dalla consigliera Martina De Pieri.

Il 7 marzo 2016 il Consiglio Comunale si è aperto con un’interrogazione sulla pericolosità di via Pio X, priva di marciapiede su uno dei due lati. L’assessore alla viabilità Bottasini ha risposto, comunicando che la Polizia Locale ha già vietato il parcheggio su quel lato proprio per ridurre il rischio per i pedoni e che l’ufficio tecnico sta lavorando per verificare la possibilità di allargare il passaggio per i pedoni.

Dopo le comunicazioni del Presidente del Consiglio, la Sindaca ha parlato di tre importanti eventi, che hanno interessato e interesseranno la nostra città in questi giorni.
1. La commissione parlamentare sugli illeciti ambientali ha visitato il sito della ex Sisas. Regione Lombardia, oggi proprietaria dell’area, ha destinato 15 milioni di euro all’area e deve fare una nuova caratterizzazione, per capire soprattutto la situazione della falda. La Sindaca ha precisato che la vocazione dell’area rimane industriale, posizione condivisa dal sindaco di Rodano. Da entrambi i Comuni c’è stata una richiesta di maggior presidio dell’area, visto anche gli ultimi episodi (rave party).
2. La commissione parlamentare sulle periferie ha visitato il Satellite, in seguito al bando vinto dal nostro Comune, che prevede interventi nel quartiere per 2 milioni di euro. Alla commissione è stata presentata l’esigenza di azioni strutturali, che possano integrarsi a quanto già previsto dal bando, e si è offerta la città come laboratorio sociale per possibili progetti pilota.
3. Il prossimo lunedì (13 marzo), la ministra dell’istruzione Fedeli verrà a visitare le scuole della città, considerate un ottimo esempio di integrazione.

Il Consiglio ha poi affrontato i due punti all’ordine del giorno.
Il primo riguardava l’approvazione della convenzione con il Comune di Melzo per la Centrale Unica di Committenza (CUC), una nuova funzione obbligatoria che si occuperà di pubblicare e gestire i bandi economicamente più rilevanti, il più imminente dei quali è il bando per le mense scolastiche. La precedente CUC con il Comune di Pero è scaduta e quindi si è deciso di costituirne una nuova con un Comune più vicino e che ha un ufficio bandi ben formato.

Al secondo punto, è stata approvata una variazione di bilancio relativa al bando per l’accoglienza di 25 profughi nella città. Dopo un primo bando di durata biennale andato deserto, si è deciso di riproporre un bando uguale ma di durata triennale, per renderlo più appetibile agli operatori del settore. Sul tema profughi, la Sindaca ha comunicato di aver incontrato in questi giorni il nuovo Prefetto di Milano, che ha esortato ogni Comune a fare la proprio parte ospitando profughi, anche sotto la percentuale prevista da ANCI, che per la nostra città corrisponderebbe a 90 profughi.

Martina De Pieri

Dal Consiglio: bilancio, opere pubbliche, animali ed intermodale

Prosegue l’impegno del nostro gruppo consiliare a rendicontare il lavoro svolto in Consiglio Comunale.

Mercoledì 28 gennaio è iniziata la lunga maratona del consiglio comunale, una “tre giorni” dedicata alla approvazione del primo bilancio della Amministrazione Cosciotti. Un momento molto importante, di forte significato politico: dopo tre anni nella nostra città veniva finalmente presentato un bilancio di previsione a guida politica.

Nelle comunicazioni iniziali, la sindaca ha citato Giulio Regeni, ad un anno dalla sua scomparsa: “La libertà è la possibilità di esprimere se stessi a livello intellettuale, all’interno di un sistema capace di supportarti nelle proprie scelte”.

Nel primo giorno di consiglio comunale il dibattito sul bilancio si è prevalentemente concentrato sugli emendamenti presentati dai gruppi di opposizione “Lega nord”, “Polo Per Pioltello” e “Forza Italia”.  Il nostro consigliere Di Vito ha rilevato l’improponibilità di tali emendamenti, perché privi dell’avvallo tecnico da parte del dirigente finanziario e dei revisori dei conti; un atto di responsabilità della politica è di non procedere, in mancanza di tali presupposti. Gli argomenti proposti dagli emendamenti si sarebbero potuti discutere nelle commissioni, che invece non sono sembrate così affollate, ha concluso il consigliere.
La prima serata è terminata con la discussione sul progetto di rifacimento della pubblica illuminazione, previsto nel programma delle opere pubbliche per circa otto milioni di euro da reperire con il “project financing”. Il nostro consigliere Dichio ha sottolineato come, in tempi di ristrettezze economiche, il partenariato con il privato sia un’opportunità per recuperare risorse per investimenti pluriennali di tale rilevanza.

La serata di giovedì 26 gennaio è caratterizzata dal voto vero e proprio sul bilancio preventivo. Di Vito ha evidenziato la positività di essere arrivati ad approvare il bilancio in tempi così brevi, cosa che non accadeva da molti anni e che permetterà agli uffici di lavorare con lungo respiro ed alla politica di lanciare già nel 2017 il progetto di bilancio partecipativo sul previsionale 2018. Come presidente della commissione servizi sociali, Di Vito ha mostrato come questo bilancio confermi le risorse dedicate al sociale, pari a un terzo dell’intero bilancio, incrementando i fondi per l’emergenza casa ed il supporto ai disabili nelle scuole, frutto della volontà politica di non lasciare nessuno indietro. Rispondendo alla critica del consigliere Agnelli (Lega Nord) di “mancanza d’anima” del bilancio dedicato alla cultura, il consigliere Doccula ha sottolineato che lo spostamento delle risorse a favore delle associazioni va nella direzione di un maggior coinvolgimento di tutte quelle realtà associative che operano nella città, spesso per contrastare situazioni difficili. Per Doccula, l’anima di questa Amministrazione è di sinistra che, per potersi esprimere, richiede la concretezza offerta dal bilancio. Dichio ha ripercorso le tappe positive compiute dall’Amministrazione in questi pochi mesi (uno per tutti: i lavori in corso tra via Monza e via alla Stazione) ed ha poi elencato tutti i capitoli in cui non è stato operato alcun taglio: ddalla Cultura alle Politiche Giovanili, dalle Pari Opportunità al Commercio, dai Servizi Sociali alla Scuola ecc. Gli interventi precedenti il voto sono stati conclusi dalla Sindaca Cosciotti, che ha rimarcato l’inappropriatezza di emendamenti privi del parere positivo dei tecnici, ha evidenziato la differenza tra il “project financing” proposto per la illuminazione pubblica e  la “finanza creativa” basata su discutibili scommesse finanziarie ed ha assicurato che, da parte della giunta, ci sarà la massima attenzione nella gestione di questo nuovo strumento. Per la sindaca, l’ “anima” del bilancio risiede nei numeri, che devono quadrare e permettere la realizzazione delle opere e dei servizi scelti dai cittadini con il loro voto.

Nell’ultima sera di consiglio comunale è stato approvato il “Regolamento per il benessere degli animali e per una migliore convivenza con la collettività umana” e, all’unanimità, un ordine del giorno presentato da Progetto Pioltello sulla tutela della nostra città rispetto alle conseguenze della riqualificazione dello scalo ferroviario Milano/Segrate. Sul tema, un qualificato intervento di Dichio che, sottolineando in linea di principio lo smistamento “ferro – gomma”, ha rimarcato le ricadute negative che lo specifico ampliamento dell’esistente scambio intermodale di Segrate avrebbe sulle nostre strade, incapaci di sostenere tale impatto.

Per il gruppo consiliare

“Movimento Civico Lista per Pioltello – Vivere Pioltello”

Giovanni Di Vito

Registrazione audiovideo delle tre serate:

Dal Consiglio: profughi e lotta alla mafia

Riparte la buona tradizione dei nostri consiglieri comunali di rendicontare pubblicamente l’attività svolta in Consiglio Comunale. Ecco quanto ci scrive Gianni Di Vito sulla seduta del 22 Settembre 2016. Riportiamo anche il video della seduta.

assenzeconsiglio
Alcune assenze dai banchi della minoranza, stigmatizzate nel dibattito sui profughi

Resoconto consiglio comunale del 22/09/2016

All’inizio dei lavori del Consiglio, il presidente Menni comunica che le elezioni del Consiglio della Città Metropolitana si terranno domenica 9 ottobre 2016. Il Consiglio Metropolitano sarà composto dal Sindaco di Milano Giuseppe Sala e da 24 consiglieri eletti dai sindaci e dai consiglieri comunali della ex Provincia di Milano e sono quindi elezioni di secondo livello, che non coinvolgono direttamente i cittadini.

A quasi tre mesi dall’insediamento della Giunta, la sindaca Cosciotti relaziona brevemente al Consiglio le principali azioni dei suoi primi “100 giorni”. La Giunta ha finora approvato 30 delibere, tra cui quella relativa alle Unioni Civili, l’adesione al bando regionale per gli “asili nido gratis”, l’aggiornamento delle graduatorie per le case popolari, l’indirizzo per il bando per l’accoglienza dei profughi e, soprattutto, il 7 luglio ha consegnato il progetto per partecipare al bando ministeriale sulle periferie per un valore di oltre due milioni di euro destinati al lavoro, all’abitare ed alla ristrutturazione di edifici pubblici al Satellite.

Dopo le comunicazioni di presidente e sindaca, i lavori entrano nel vivo con l’approvazione di alcune variazioni di bilancio in ambito culturale, educativo e sociale, la più significativa delle quali riguarda le risorse messe a disposizione dalla Prefettura per l’accoglienza dei 25 profughi, già deliberata dal commissario Tripodi. Approvando questa variazione d bilancio, il Consiglio consente agli uffici di far uscire il bando con cui verrà assegnata la gestione della ex Caserma dei carabinieri in via Milano per l’ospitalità dei profughi.

Come prevedibile, la discussione si  concentra soprattutto sull’opportunità politica della accoglienza e sulle caratteristiche che essa debba avere. Il nostro capogruppo Dichio ricorda come, in campagna elettorale, questo tema fosse un elemento di forte divisione e sorprende quindi che, nell’unica occasione in cui il tema arriva in Consiglio Comunale per una votazione, i consiglieri Alessandrini e Galimberti non siano presenti nonostante in campagna elettorale avessero assunto una posizione fortemente contraria e strumentale rispetto alla delibera del commissario sui profughi.

Ricordando i valori che sostengono la scelta della accoglienza, il consigliere Di Vito sottolinea il senso di responsabilità della nostra sindaca, che ha assunto da subito un ruolo chiaro nel governare il tema; spiega che sarà fondamentale essere trasparenti nella comunicazione con la cittadinanza e , come presidente della commissione “Servizi Sociali”, si impegna a convocarla appena il bando sarà uscito. Completa l’intervento con alcuni aspetti tecnici, distinguendo i diversi tipi di accoglienza presenti sul territorio nazionale,  i motivi che hanno portato all’affollamento delle richieste d’asilo e  ricorda il nodo non risolto derivante dal Trattato di Dublino.

L’ultimo punto all’ordine del giorno è l’acquisizione gratuita al patrimonio comunale di un appartamento confiscato alla criminalità organizzata. Su questo punto, votato all’unanimità dal Consiglio, il nostro gruppo evidenzia che solo togliendo potere economico alla mafia la si può sconfiggere, restituendo ai fini sociali della collettività quello che con la violenza ed il sopruso le era stato sottratto.

Per il Gruppo consiliare “Movimento Civico Lista per Pioltello – Vivere Pioltello”
Gianni Di Vito

 

Consiglio Comunale del 20 luglio 2016

ORDINE DEL GIORNO

  1. INTERPELLANZA PRESENTATA DAI GRUPPI CONSILIARI: “POLO PER PIOLTELLO”, “FORZA ITALIA”, “LEGA NORD”, SITUAZIONE RACCOLTA ETERNIT IN PIAZZA DELLA REPUBBLICA
  2. CONVENZIONE TRA I COMUNI DI PIOLTELLO E SEDRIANO PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DEL SERVIZIO DI SEGRETERIA COMUNALE
  3. MODIFICA AL PROGRAMMA ANNUALE DEGLI INCARICHI E DELLE COLLABORAZIONI A PERSONE FISICHE PER L’ANNO 2016
  4. ARTICOLI 175 E 193 D.LGS 18 AGOSTO 2000 N° 267 – VARIAZIONI DI ASSESTAMENTO GENERALE E CONTROLLO DELLA SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO – BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018

La nostra presenza nella nuova Amministrazione Cosciotti

Con la vittoria di Ivonne Cosciotti, il nostro Movimento è presente in forze nella nuova Amministrazione Comunale: oltre alla sindaca, risultano eletti nel Consiglio Comunale Mirko Dichio, Gianni Di Vito, Martina De Pieri (per la Lista per Pioltello) ed Ennio Doccula (per Vivere Pioltello). Entrano in giunta Gabriella Baldaro e Giuseppe Bottasini. La nostra compagine amministrativa non è mai stata così numerosa e così femminile.

Mirko, Gianni, Martina ed Ennio hanno deciso di costituire un unico gruppo in Consiglio Comunale, intitolato al “Movimento Civico Lista per Pioltello – Vivere Pioltello” e hanno scelto Mirko come capogruppo.

ElettiDelMovimento2016-1

La notte (della politica) porta Consiglio

phpThumb_generated_thumbnail

Nonostante la sindaca abbia già dato le dimissioni, è stato convocato per il 20 e 21 maggio un consiglio comunale con nuovamente all’ordine del giorno il bilancio consuntivo, la cui mancata approvazione ha appunto provocato tali dimissioni.

La motivazione addotta dalla sindaca per questa strana scelta è una presunta pressione del Prefetto. In realtà, il Prefetto si è limitato ad inviare a sindaca e a tutti i consiglieri (minoranza compresa) la diffida di prassi, prevista dagli artt. 227 e 141 della legge 267/2000:

…in caso di mancata approvazione del bilancio entro il 30 aprile, l’organo regionale di controllo assegna al consiglio, con lettera notificata ai singoli consiglieri, un termine non superiore a 20 giorni per la sua approvazione, decorso il quale si sostituisce, mediante apposito commissario, all’amministrazione inadempiente. Del provvedimento sostitutivo e’ data comunicazione al prefetto che inizia la procedura per lo scioglimento del consiglio.”

Nessuna pressione particolare da parte del Prefetto e nessuna reale necessità di tornare in consiglio. Quindi, perché riconvocare il consiglio sul bilancio ?

Nel buio della notte in cui la crisi aperta senza chiare motivazioni da Progetto Pioltello ha gettato la politica locale, si possono fare alcune ipotesi:

(1) La sindaca e Progetto Pioltello hanno ritrovato un accordo. In questo caso, sarà interessante sentire su quali basi “poltronieri” e “fruttivendole” (questi sono gli epiteti che si sono scambiati solo pochi giorni fa) hanno fatto pace.

(2) La sindaca e Progetto Pioltello non hanno trovato un accordo. Progetto dovrebbe votare di nuovo contro, spegnendo definitivamente l’avventura della Carrer.  Se invece Progetto si astenesse, il bilancio potrebbe passare e la sindaca dovrebbe decidere se mantenere le dimissioni oppure ritirarle, tornando in sella ma sotto ricatto permanente di Progetto.

Insomma, nonostante le dimissioni della prima cittadina siano state protocollate da giorni e la rottura con la sua principale forza politica di maggioranza sia nota anche ai sassi, la città deve attendere ancora per sapere se il fallimento del centrodestra porterà, come sarebbe a questo punto ovvio, a nuove elezioni tra un anno.