Prova aperta per il Coro Multietnico cittadino

foto-page-001 (2)Lunedì 12 novembre l’Associazione Quattrocentoquaranta lancia pubblicamente il CORO MULTIETNICO a Pioltello con una prova aperta dalle ore 17,00 nei negozi sociali in via Wagner 21.

 Il coro è per ragazzi tra gli 11 e i 14 anni e per il secondo anno si affianca all’Orchestra multietnica per chitarre e percussioni.

Come ci spiega Barbara Bonelli, direttrice artistica del Civico Istituto Musicale gestito dall’Associazione Quattrocentoquaranta,  il progetto musicale si inserisce nell’ambito del Progetto Periferie, vinto dalla Amministrazione Comunale di Pioltello nel 2017 , e durerà tre anni. Attraverso il linguaggio universale delle note i ragazzi socializzano, imparano a lavorare in gruppo, a preparasi con disciplina per ottenere un risultato e , soprattutto, si avvicinano alla magia e al piacere di fare musica insieme: un’esperienza  che resterà loro per tutta la vita e che potrebbe anche far sbocciare un talento destinato a crescere.

Partiti lo scorso anno il Coro e l’Orchestra  si sono già esibiti in città: per l’Orchestra gli strumenti vengono messi a disposizione gratuitamente dalla Quattrocentoquaranta.

Quest’anno le audizioni per reclutare nuovi membri si terranno il 21 novembre presso il CIM e i giovani musicisti e cantanti potranno candidarsi segnalandolo alla scuola Media di Via Bizet, che, attraverso la preside Antonia Pacini e l’insegnante di musica Maritè Villa,  assicurano al progetto la massima collaborazione.

Il 19 novembre, proprio nei locali della scuola di via Bizet, si terrà un a lezione aperta: poi , per tutto l’anno, le lezioni si svolgeranno presso la Scuola Civica una  volta la settimana , dalle 15 alle 17.

Quest’anno il coro sarà diretto dal maestro Matteo Minerva, docente di Canto Moderno presso la Scuola di Musical di Milano.

Potete vederlo nel video qui sotto :

Per tutte le informazioni : Associazione Quattrocentoquaranta via Iqbal Masih 20096 Pioltello 02 926 6560

 

Annunci

Il Progetto Periferie sul Satellite non si tocca

download

Il decreto milleproroghe approvato il 6 agosto dal governo ha messo a rischio il bando delle periferie. Il rinvio di due anni da parte del governo, dei fondi stanziati sembrava il preludio a una bocciatura dei progetti già in atto. Possiamo invece affermare che il progetto di Pioltello con interventi sul Satellite potrà continuare rientrando nei primi 24 progetti approvati nel 2016, mentre gli altri 96 progetti finanziati nella seconda metà del 2017 subiranno un rinvio al 2020 che sa tanto di bocciatura. L’idea di far slittare di due anni una serie di progettazioni in atto in oltre cento città italiane di riqualificazione di periferie è francamente inconcepibile.

Per Pioltello invece si tratta di una bella conferma e di un grande risultato ottenuto grazie alla forza con cui la sindaca Ivonne Cosciotti era riuscita a pochi giorni dal suo

images (1)insediamento a presentare subito il Progetto di riqualificazione del Satellite. Dopo i primi timori abbiamo potuto tirare tutti un sospiro di sollievo. Alla nostra sindaca abbiamo chiesto un primo commento: “Nonostante i tagli, poiché siamo stati tra i progetti di prima fascia e quindi tra i più meritevoli, possiamo ritenere di continuare le nostre azioni, pertanto guardo al futuro con maggior serenità nonostante una situazione estremamente difficile e complessa”.

Ricordiamo che questo progetto ha già avviato le sue azioni in città e ha portato alla creazione di un’orchestra multietnica composta da bambini delle scuole di Pioltello, all’apertura di tre botteghe sociali in quartiere per dare assistenza e favorire l’aggregazione e del Family workhub, per promuovere formazione e lavoro per le donne. “Sulle azioni lavoro e casa – ha proseguito la sindaca -sono certa che è iniziato un percorso che porterà buoni frutti. Sto lavorando comunque con grande impegno a soluzioni che permettano l’intera riqualificazione del quartiere

images

Lo stato di complessità e di degrado di alcune situazioni del Satellite hanno bisogno di altre importanti risorse, ma è già importante non aver perso il lavoro svolto finora.

Le azioni da intraprendere devono valere sia per casa e lavoro, ma anche su legalità e sicurezza e in questi mesi le forze dell’ordine hanno svolto importanti azioni contro la criminalità che si è insediata in quartiere. Non dimentichiamo però che è fondamentale svolgere azioni di coesione sociale, di rispetto delle norme e della condivisione degli spazi.

1525417234

Le regole della convivenza devono valere sia nel tenere il quartiere più pulito, sia nel rispetto degli altri evitando costanti situazioni di schiamazzi notturni e di nottate con musica ad alto volume nelle strade. E i primi a rispettarle devono essere proprio i cittadini stessi, altrimenti non si va lontano. Alle istituzioni invece il compito di metter in cantiere importanti interventi  strutturali per evitare di ampliare situazioni di degrado, sulle strade e sulle aree pubbliche ma anche con proposte culturali e di formazione; importante sarà inoltre  il rilancio del centro sportivo (tennis) ma anche interventi sule aree sportive di libero utilizzo (la cosiddette vasche col campo di calcetto, basket).

Non esiste una ricetta unica ma bisogna lavorare a 360 gradi, c’è ancora tanto da fare. Aver posto comunque il quartiere sotto la costante attenzione dell’azione dell’amministrazione è già una bella novità rispetto al passato.

a cura di Fabiano Gorla
Consigliere comunale
Lista per Pioltello

Aprono i negozi sociali al Satellite

InsiemeSatellite2018.jpg

Venerdì 20 aprile 2018 alle 17.30 aprono in via Wagner i negozi sociali, previsti dal progetto “Periferie al Centro” avviato dall’Amministrazione Cosciotti un anno e mezzo fa. In questi spazi saranno forniti ai cittadini servizi di assistenza alla ricerca di lavoro, di organizzazione di eventi per e con i giovani e consulenza sulla casa. I negozi si affiancano al servizio “Family Workhub”, sempre finanziato dal progetto, che accoglie le mamme e le aiuta a reinserirsi nel mondo del lavoro.

All’inaugurazione si esibiranno il nuovo Coro e la nuova Orchestra Multietnica, formati nell’ambito del progetto, che hanno coinvolto cento bambini.

Il negozio “Abitare” è in via Wagner 21 ed è aperto il lunedì dalle 9,30 alle 13,30 e il mercoledì dalle 14 alle 18. Sempre al civico 21 si trova il negozio “Lavorare”, aperto il giovedì dalle ore 14 alle 18 e su appuntamento (3341124724 lavorint@cris.it). Il negozio “Fare e desiderare” è in via Wagner 15 ed è aperto il martedì e il giovedì, dalle 15 alle 19.

Coi finanziamenti dello Stato stiamo intervenendo sugli aspetti sociali del quartiere, con l’obiettivo di aiutare gli abitanti del Satellite suscitando idee, liberando energie e amore per intervenire direttamente sul loro quartiere” ha affermato la sindaca Cosciotti.  “La sfida è combattere lo stallo, per aiutare coloro che vi abitano a uscire dal degrado e Pioltello, nella sua interezza, a migliorare. È una sfida enorme sulla quale stiamo lavorando con Prefettura e Tribunale di Milano“.

Presentazione Progetto Satellite

ProgettoSatellite1

MERCOLEDI 3 MAGGIO 2017 alle ore 20.30 presso il Centro Civico in via Leoncavallo 36, verrà presentato alla cittadinanza il progetto “Periferie al centro: riqualificazione del quartiere Satellite”. Ecco l’invito della sindaca Cosciotti a tutti i cittadini interessati:

“La serata vedrà l’approfondimento di un progetto così importante per la Città di Pioltello, che ha ricevuto anche un cospicuo finanziamento da parte del Governo e che richiede l’impegno di tutti i soggetti coinvolti, con l’obiettivo comune di riqualificare il quartiere sia dal punto di vista strutturale che, soprattutto, dal punto di vista sociale, dando nuova vita ad una realtà abitativa che ha in sè un grande potenziale, che va sostenuta sia economicamente, che con una adeguata rete sociale di soggetti pubblici e privati.”

Programma dell’incontro

Il villaggio delle stelle in via Wagner

WP_20170409_15_56_16_ProWP_20170409_17_23_32_ProDomenica 9 aprile via Wagner si è svolta la festa di inaugurazione della sede dell’associazione di RelAzioni. E’ stato un bel momento di festa per il quartiere e la possibilità di valorizzare a pieno il lavoro delle donne che frequentano questo nuovo centro. I locali sono stati ben arredati e sistemati, alternando zone di incontri e riunioni ad aree gioco per i più piccoli. L’associazione ha voluto chiamare questi locali col nome evocativo “Il villaggio delle stelle”.

Durante la festa vi sono stati giochi, letture di poesie, balli, uno spettacolo di magia, musica e vari laboratori per i bambini. Un bel modo per dare nuova linfa al quartiere e ai suoi abitanti. I partecipanti hanno costruito con un gomitolo di lana una rete di legami che è proprio lo scopo con cui l’associazione sta svolgendo la sua opera sul territorio.

WP_20170409_17_28_31_Pro

WP_20170409_16_32_03_Pro

 

Il Progetto Satellite in concreto

Il Comune di Pioltello ha ottenuto un finanziamento dal governo all’interno del bando periferie per una serie di interventi nel quartiere Satellite.

Negli ultimi anni, con l’arrivo di migliaia di stranieri il quartiere è cambiato profondamente,. E’ un luogo nuovo, che ha bisogno di trovare nuovi equilibri e nel quale far crescere il senso di comunità e di appartenenza. La sfida del Satellite è una sfida per l’intera città e il futuro di Pioltello passa anche da qui. In questa video-intervista, la sindaca Cosciotti e il dirigente comunale illustrano alcune delle aree progettuali che interesseranno nei prossimi due anni il quartiere:

Dal Consiglio: parlamentari in visita, CUC e bando profughi

Continua l’impegno del nostro gruppo consiliare a rendicontare il lavoro svolto in Consiglio Comunale. Il resoconto è stato curato dalla consigliera Martina De Pieri.

Il 7 marzo 2016 il Consiglio Comunale si è aperto con un’interrogazione sulla pericolosità di via Pio X, priva di marciapiede su uno dei due lati. L’assessore alla viabilità Bottasini ha risposto, comunicando che la Polizia Locale ha già vietato il parcheggio su quel lato proprio per ridurre il rischio per i pedoni e che l’ufficio tecnico sta lavorando per verificare la possibilità di allargare il passaggio per i pedoni.

Dopo le comunicazioni del Presidente del Consiglio, la Sindaca ha parlato di tre importanti eventi, che hanno interessato e interesseranno la nostra città in questi giorni.
1. La commissione parlamentare sugli illeciti ambientali ha visitato il sito della ex Sisas. Regione Lombardia, oggi proprietaria dell’area, ha destinato 15 milioni di euro all’area e deve fare una nuova caratterizzazione, per capire soprattutto la situazione della falda. La Sindaca ha precisato che la vocazione dell’area rimane industriale, posizione condivisa dal sindaco di Rodano. Da entrambi i Comuni c’è stata una richiesta di maggior presidio dell’area, visto anche gli ultimi episodi (rave party).
2. La commissione parlamentare sulle periferie ha visitato il Satellite, in seguito al bando vinto dal nostro Comune, che prevede interventi nel quartiere per 2 milioni di euro. Alla commissione è stata presentata l’esigenza di azioni strutturali, che possano integrarsi a quanto già previsto dal bando, e si è offerta la città come laboratorio sociale per possibili progetti pilota.
3. Il prossimo lunedì (13 marzo), la ministra dell’istruzione Fedeli verrà a visitare le scuole della città, considerate un ottimo esempio di integrazione.

Il Consiglio ha poi affrontato i due punti all’ordine del giorno.
Il primo riguardava l’approvazione della convenzione con il Comune di Melzo per la Centrale Unica di Committenza (CUC), una nuova funzione obbligatoria che si occuperà di pubblicare e gestire i bandi economicamente più rilevanti, il più imminente dei quali è il bando per le mense scolastiche. La precedente CUC con il Comune di Pero è scaduta e quindi si è deciso di costituirne una nuova con un Comune più vicino e che ha un ufficio bandi ben formato.

Al secondo punto, è stata approvata una variazione di bilancio relativa al bando per l’accoglienza di 25 profughi nella città. Dopo un primo bando di durata biennale andato deserto, si è deciso di riproporre un bando uguale ma di durata triennale, per renderlo più appetibile agli operatori del settore. Sul tema profughi, la Sindaca ha comunicato di aver incontrato in questi giorni il nuovo Prefetto di Milano, che ha esortato ogni Comune a fare la proprio parte ospitando profughi, anche sotto la percentuale prevista da ANCI, che per la nostra città corrisponderebbe a 90 profughi.

Martina De Pieri

Commissione parlamentare sulle periferie a Pioltello

Lunedì 6 marzo 2017 la Commissione parlamentare d’inchiesta  sullo stato delle periferie ha visitato la nostra città e si è fermata a visitare il quartiere Satellite.

La sindaca Ivonne Cosciotti ha raccontato agli onorevoli presenti, tra cui la nostra concittadina on. Simona Malpezzi, cosa rappresenti per i pioltellesi la periferia e quali siano le priorità del Comune rispetto a questo tema, partendo dai progetti finanziati dal bando per le periferie vinto dall’Amministrazione della nostra città. Ai parlamentari presenti la sindaca ha chiesto che la visita sia il punto di inizio di un percorso, che necessita di ingenti investimenti e di un sostegno normativo e politico forte sulle tematiche dell’abitare e del lavoro.

Riteniamo sia stata una occasione importante per far emergere le potenzialità presenti sul quartiere, senza nascondere le fatiche e le difficoltà presenti. Ora restiamo in attesa di conoscere a breve tempi e modi con cui verranno tradotte in realtà le dieci azioni proposte nel bando.
                                                   
Gianni Di Vito

Per una Pioltello pulita

Proseguono le raccolte straordinarie di mobili, materassi, elettrodomestici rotti nei quartieri del Satellite e Piazza Garibaldi: ogni due mesi alla domenica mattina, Amsa con l’aiuto dei volontari dei quartieri raccoglie in container i rifiuti ingombranti, per favorire lo svuotamento di cantine e solai da pericolosi ammassi di materiali e ridurre il rischio di abbandono per strada di questi oggetti. Prossimo appuntamento: domenica 20 novembre ore 9 in piazza Garibaldi.

IngombrantiNovembre.jpg

Dal Consiglio: finanziamenti vinti e Piano di Diritto allo Studio

V20 Doccula

Prosegue la buona tradizione dei nostri consiglieri comunali di rendicontare pubblicamente l’attività svolta in Consiglio Comunale. Ecco quanto ci scrive Ennio Doccula sulla seduta del 19 Ottobre 2016.

Dopo la nomina degli scrutatori, viene letta l’interpellanza del “Polo per Pioltello” relativa all’esito dell’ultimo incontro tra Amministrazione Comunale e Prefettura sulla possibilità, ventilata da alcuni organi di stampa, che come altre città Pioltello debba dare ulteriore disponibilità per l’accoglienza di profughi. Il Sindaco risponde che l’incontro è consistito in un semplice scambio di visioni sullo stato attuale dell’emergenza e conferma che il numero di richiedenti asilo che verranno ospitati in città resta immutato (25 persone).
Si passa dunque alla trattazione dei punti all’ordine del giorno:

1) COMUNICAZIONI PRESIDENTE
Il Presidente Menni  ricorda la figura imprenditoriale di Bernardo Caprotti, scomparso da poco.

2) COMUNICAZIONI DEL SINDACO
Il Sindaco Cosciotti rende edotti del finanziamento ottenuto recentemente su due progetti:

  • Family Work Hub: ottenuto finanziamento di 105.000euro per un progetto basato su integrazione e sostegno alle donne in difficoltà, con bambini da 0 a 3 anni.
  • Progetto periferie: ottenuto finanziamento di 1.200.000 euro (cui si aggiungono 800.000 euro da parte dell’amministrazione) per un progetto che si concentrerà sul contrasto alle situazioni difficili (emergenza abitativa e lavorativa in particolare, con attenzione maggiore alle giovani donne) in alcune zone della città e sulla coesione sociale.

3) APPROVAZIONE VERBALI SEDUTA PRECEDENTE
Vengono approvati i verbali della precedente seduta consiliare.

4) APPROVAZIONE PIANO DEL DIRITTO ALLO STUDIO 2016/2017
L’Assessore Baldaro presenta con efficace sintesi il Piano di Diritto allo Studio per l’anno scolastico 2016/2017. Nel dibattito, per il nostro gruppo consiliare intervengono:

  • Ennio Doccula contesta la definizione superficiale ed ambigua di “italianità” proposta dalla consigliera Ronchi in un precedente intervento, mettendo in luce la natura fluida di tale concetto, le cui manifestazioni scaturiscono sempre dall’incontro. Respinge pertanto una rappresentazione reificata e pericolosa di una presunta “identità italiana”. Passa poi a sottolineare alcuni aspetti del Piano dai quali emerge l’attenzione posta dall’Amministrazione a tutte le situazioni presenti sul territorio, nessuna esclusa. Aggiunge che una simile attenzione testimonia la volontà di intendere la scuola come ambiente inclusivo, autentica risorsa per la città, vero e proprio laboratorio di cittadinanza non solo formale ma sostanziale, articolata cioè nelle pratiche quotidiane. Sintetizza questo discorso nel concetto di “cura”.
  • Mirko Dichio, in risposta all’intervento del consigliere Galimberti sui fondi ristabiliti alla Scuola di Cultura Popolare, rimarca l’importanza di questo servizio e, soprattutto, della sua collocazione in un’area complessa come quella del Satellite. A suo parere, ciò giustifica e anzi rende ancor più necessaria, la vicinanza – politica, ma anche economica – dell’Amministrazione alla Scuola stessa
  • Gianni Di Vito, in seguito all’intervento della consigliera Sivieri, fa notare che l’assessorato e gli uffici si sono impegnati a monitorare e relazionare l’efficacia e il gradimento dei progetti inclusi nel Piano come ampliamento del POF delle scuole. Prosegue proponendo una riflessione, a tratti volutamente provocatoria, sul tema della legalità, centrale nel Piano di quest’anno. A suo parere, non solo i ragazzi, ma anche e soprattutto gli adulti, intesi principalmente come genitori e insegnanti, dovrebbero misurare alcune delle proprie azioni quotidiane (ad es. le richieste dei genitori in merito alla formazione delle classi) col metro della legalità. In tal modo si renderebbero maggiormente conto di determinati atteggiamenti, poco consoni al rispetto delle regole e dell’etica nel rapporto scuola-famiglia. Chiude il suo intervento invitando alla lettura istruttiva del libro di Marco Premoli, La scuola peripatetica, che verrà presentato in Biblioteca il 22/10/2016.

L’ultimo intervento spetta all’Assessore Baldaro che, rispondendo ai vari interventi, mette in luce come alcuni progetti in particolare rappresentino, almeno negli auspici, autentici momenti di crescita culturale. L’Assessore fa riferimento al progetto “orientiamoci”, ai progetti che vertono sulla “educazione alla legalità digitale” e a quelli rivolti alla preservazione della memoria storica.
Il Piano viene approvato dal Consiglio.

5) AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE “IN HOUSE” DEI RIFIUTI ALL’AZIENDA PARTECIPATA CORE
L’Assessore Gaiotto espone le ragioni che portano alla decisione sull’opportunità di proseguire il rapporto con la società CoRe. Segue un lungo e prolisso dibattito. Il Consiglio approva la delibera.

6) APPROVAZIONE ATTO MODIFICATIVO DELLE CONDIZIONI DI ESERCIZIO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS, STIPULATO TRA COMUNE DI PIOLTELLO E COGESER S.P.A. DOPO CONFERIMENTO DI RETI E IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE GAS
Dopo la presentazione da parte dell’Assessore Gaiotto di alcune modifiche del rapporto con l’azienda partecipata COGESER e il dibattito, l’atto è approvato.

Per il Movimento civico Lista per Pioltello – Vivere Pioltello
Ennio Doccula

Ivonne incassa il primo progetto sul Satellite

13346935_614679978684531_122623249999903979_nIeri all’assemblea dell’Anci a Bari, il presidente del consiglio Renzi ha confermato il finanziamento del progetto presentato dal nostro Comune sul Satellite, nell’ambito delle iniziative nazionali sulle periferie.

Il progetto da due milioni di euro è stato fortemente voluto dalla nostra sindaca Ivonne Cosciotti all’indomani della sua elezione e presentato al Governo nei primissimi giorni dal suo insediamento, prima ancora della nomina della Giunta, grazie alla collaborazione degli uffici competenti. La sindaca aveva improntato la sua campagna elettorale sull’importanza per tutta la città di Pioltello di investire direttamente sulle aree critiche, partendo dal Satellite e da piazza Garibaldi. Possiamo definire questa come la prima vera vittoria personale di Ivonne. Ora la attendiamo in consiglio comunale per ascoltare nel dettaglio quali saranno gli interventi per cui è stato chiesto finanziamento.

Pioltello ha bisogno di riattivare tutte le risorse interne ma ha anche bisogno di una amministrazione capace di andare a cercare risorse esterne per interventi che, da soli, non potremmo sostenere. Questa è la scommessa e speriamo che sia solo l’inizio.

Nell’annunciare il finanziamento con Ivonne presente in sala, il presidente del consiglio ha aggiunto che “Dalla rigenerazione urbana di Scampia a Napoli fino al Corviale a Roma, dal quartiere satellite di Pioltello nella città metropolitana di Milano fino alla ferrovia urbana nel profondo sud di Ragusa, gli interventi che i sindaci ci hanno proposto saranno finanziati senza distinzione alcuna, nella logica della leale cooperazione istituzionale.Mi auguro che almeno sui temi delle periferie e del progetto Casa Italia tutte le forze politiche possano lavorare assieme, senza polemiche, per servire il bene comune”. Ecco un passaggio del discorso:

Ripuliamo la città

Sette container di mobili ed elettrodomestici portati via in due mattine al Satellite ed in piazza Garibaldi. I cittadini dei due quartieri della nostra città hanno risposto positivamente alla proposta dell’Amministrazione Comunale di conferire oggetti ingombranti non più utilizzati e che impediscono di tenere puliti ed in ordine cantine e solai dei supercondomini, con rischi per la salute e la sicurezza.

Questa modalità di raccolta degli ingombranti, voluta dal Comune per ridurre il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti per strada, sarà ripetuta periodicamente con cadenza bimestrale. A breve sarà reso noto il calendario degli appuntamenti.

Puliamo la città

Due domeniche dedicate alla pulizia di due quartieri della città: Satellite il 4 Settembre e Piazza Garibaldi l’11 settembre. In entrambe le occasioni sarà possibile conferire gratuitamente e comodamente mobili, materassi ed altri rifiuti ingombranti in un container, assistiti dal personale Amsa. Un’occasione per svuotare le cantine ed androni senza doversi recare alla piattaforma ecologica. Nell’appuntamento dell’11 settembre ci sarà anche una piccola “scuola della differenziata” dedicata a mamme e bambini.

PuliamoCitta2016

Fonte: Comune

Identificati gli assassini del giovane pioltellese

102225469-22bdd5e2-f95b-4033-a990-13eed4bea2a1

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, sono stati identificati due delle tre persone coinvolte nell’omicidio di un giovane avvenuto nel dicembre scorso nel quartiere Satellite di Pioltello. Le indagini hanno confermato trattarsi di tre georgiani, forse legati alla banda che si era resa protagonista di una serie di furti in appartamento in città e altrove. All’identificazione ha contribuito il sistema di videosorveglianza della Polizia Locale che monitora la zona vicino al bar dove è accaduto l’omicidio. I presunti assassini sono ora ricercati in tutta Europa.

 

 

L’architetto Boeri e Ivonne Cosciotti al Satellite e in piazza Garibaldi

 

BoeriCosciotti.jpg

Martedì 17 maggio è venuto in città l’architetto e urbanista di fama mondiale Stefano Boeri. Accompagnato dalla nostra candidata sindaco Ivonne Cosciotti, insieme ad esponenti della nostra coalizione e di una squadra di architetti, ha preso visione dei quartieri di piazza Garibaldi e del Satellite.

La visita era finalizzata ad instaurare un circolo virtuoso di idee e riflessioni su due zone che hanno visto una grande trasformazione nell’ultimo decennio. Questi quartieri sono il luogo in cui Pioltello deve scommettere sul proprio futuro a più livelli ognuno integrato con gli altri: sociale, urbanistico, economico, animativo, di sicurezza e rispetto delle regole. Rappresentano gli snodi su cui la nostra città potrà dimostrare la propria maturità e capacità di evolvere, integrare le differenze e farle diventare risorse per tutti.

La serata è proseguita nel Centro Civico “Bonoua”al Satellite, con l’intervento dell’urbanista Serena Righini, aclista, sul tema della riqualificazione di quartieri nelle città della periferia dei grandi centri urbani. Serena ha presentato una serie di esempi virtuosi di progettazione europea, soffermandosi sul cambiamento attivato nel quartiere Augustenborg di Malmoe, simile a Pioltello per la forte presenza di immigrati.

Il tema ha suscitato un forte interesse, manifestato dalla folta partecipazione in piazza nel pomeriggio, sia dalla partecipazione all’importante dibattito alla Bonua, con  molteplici interventi raccolti da Ivonne Cosciotti. Pioltello in queste zone si gioca il proprio futuro, la sua credibilità e la sua maturità.

P1210012 (2)

Voce dal Satellite

WP_20151214_11_27_30_ProSul numero di novembre della rivista di strada Scarp de Tennis è stata pubblicata una poesia dedicata al nostro quartiere Satellite. E’ una poesia forte e appassionata, ricca di emozioni, di amore e di amarezza. In questi giorni in cui anche la cronaca è tornata a parlare della situazione del condominio di via Wagner in cui abitano 90 famiglie senza riscaldamento, ci sembra doveroso dare spazio a questo pezzo e dare voce all’autrice Rita. Grazie.

Satellite

Senza sapere ti hanno additato

Menti mortali non andarono oltre

In questo nome la dice alla lunga

Di misti uomini conca tu sei

Prospetto ampio di ogni fratello.

Satellite, dentro Pioltello

Pulsa il tuo cuore

Schivo tu sei da critico occhio

Che si ostina a non vedere in là

Volti diversi, visi coperti

Il paradiso è dentro di te

In una mano ci siamo dentro tutti

Dai tuoi palazzi tra nuvole e sogni

Il tuo Pioltello alzi più in su

Dove si gode di smisurato amore…

WP_20151214_11_24_54_Pro

 

Pioltello ricorda le vittime delle stragi

Oltre cento persone si sono ritrovate domenica 15 novembre al parchetto di via Cilea a Pioltello, per commemorare le vittime delle stragi di Parigi, di Beirut, di Sharm el Sheik e delle altre stragi di civili che accompagnano il clima di guerra degli ultimi anni.  Sono stati letti commenti e preghiere ed è stata offerta a chiunque l’occasione di condividere riflessioni e sentimenti. Il luogo scelto dagli organizzatori è anch’esso simbolico: il cuore del quartiere Satellite, che con oltre cento nazionalità è una grandissima occasione per provare a sperimentare una convivenza civile, tollerante ed aperta alle diversità culturali e religiose.

Foto di Antonio Mannarà. Video di Pioltello.TV

Ragazzi di tutto il mondo a Pioltello

Nanook, collettivo cinematografico di Cernusco sul Naviglio, ha girato DUECENTOPAROLE, un documentario sui percorsi di integrazione dei giovani migranti, raccontando storie della nostra città: dai ragazzi pakistani che, tra impegni scolastici e partite di cricket, si dedicano ad insegnare l’italiano ad altri stranieri, alla poetessa siciliana che ricorda le difficoltà incontrate da migrante in Germania e fa la spesa per il cuscus con le donne del Satellite, alle volontarie del Centro di Cultura Popolare di Piazza Garibaldi agli incontri informativi organizzati dallo Sportello Stranieri del Comune. Il documentario sarà proiettato per la prima volta il 6 novembre a Milano. In attesa di una proiezione nella nostra città, ecco la versione breve (15 minuti):

Il mondo in un quartiere

Domenica 27 Ottobre 2013 “Il mondo in un quartiere”, giornata di festa con musica, giochi ed assaggi dal mondo, organizzata dalle associazioni del quartiere Satellite, dove vivono persone di 100 nazionalità differenti. Un’occasione di incontro, di conoscenza e di divertimento. Per il programma di dettaglio, clicca sul manifesto per ingrandirlo.

Clicca per ingrandire e scaricare il manifesto
Clicca per ingrandire e scaricare il manifesto