Rendiconto di esercizio 2018 del Movimento

Riprendendo una sana abitudine del nostro Movimento, pubblichiamo il rendiconto di esercizio 2018, da cui si può vedere dove troviamo i soldi e per cosa li spendiamo.
Il rendiconto è stato predisposto dal tesoriere Stefano Ceriani e sottoposto alla Assemblea degli Aderenti del 22 gennaio 2019

ENTRATE
Saldo gestione 2017€ 2.225,75
Tesseramento Anno 2017-2018€ 1.300,00
Contributi campagna Dichio Elezioni Regionali € 170,00
Contributi amministratori€ 1.581,54
Varie € 2,80
Totale Entrate€ 5.280,09
USCITE
Spese bancarie€ 153,96
Contributo campagna Dichio Elezioni Regionali€ 1.415,00
Rimborsi spese anticipate€ 687,00
Spese incontri rappresentanza€ 110,00
Acquisto materiali€ 181,65
Spese sede€ 1.000,00
Totale Uscite€ 3.547,61
AVANZO DI ESERCIZIO€ 1.732,48


Annunci

A lezione di trasparenza col liceo Machiavelli

LiceoOpenData.jpg

Il 9 febbraio gli studenti del Liceo Machiavelli della nostra città hanno presentato agli amministratori di Pioltello, Segrate, Cernusco e Rodano i risultati di una iniziativa molto particolare e di grande senso civico che li ha impegnati per alcuni mesi.

Continua a leggere “A lezione di trasparenza col liceo Machiavelli”

Trasparenza e città metropolitana con le ACLI di Limito

open-glass-house-1

Nell’ambito delle iniziative di formazione sociopolitica “Il bene comune ha bisogno di te” organizzate dalle ACLI, due appuntamenti a febbraio presso il circolo di Limito:

Lunedì 16 febbraio 2015

IL MUNICIPIO DI VETRO
Trasparenza, partecipazione, legalità; i compiti di politici, dipendenti e cittadini
Relatore: GIUSEPPE BOTTASINI
Consulente di Direzione per la Pubblica Amministrazione,
già consigliere comunale e assessore al comune di Pioltello

——————————————-

Lunedì 23 febbraio 2015

LA CITTA’ METROPOLITANA DI MILANO 
Un ponte verso l’Europa e la riforma della pubblica amministrazione
Relatore: ALBERTO FOSSATI
Docente di elementi di diritto pubblico e legislazione sociale,
già sindaco di Abbiategrasso

Le serate si svolgeranno alle ore 21,00 presso la Sede del Circolo Acli G. Fanin – via Gramsci 2/c – Limito di Pioltello. La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti. Sono invitati i partecipanti ai corsi 2013 e 2014.

Cosa fanno i nostri deputati?

L’on. Malpezzi

Grazie all’Associazione Openpolis ed ai loro servizi internet, è possibile monitorare cosa fanno i nostri deputati e senatori: quante volte sono presenti alle votazioni, come votano (e su quali temi in disaccordo col loro partito), di quali argomenti si occupano, quante leggi hanno presentato o emendato, se hanno cambiato casacca ecc.

Un interessante strumento per verificare la differenza tra quanto ci hanno promesso e quanto fanno e per controllare che svolgano il lavoro per cui li paghiamo. A titolo di esempio, ecco il report relativo all’onorevole e nostra concittadina Simona Malpezzi.

 

 

Il sindaco mantiene le promesse?

MappaStrategicaTra i primi Comuni in Italia, Pioltello ha adottato uno strumento per consentire ai cittadini di monitorare se il sindaco sta mantenendo o meno le promesse elettorali: al di là del nome altisonante, la “mappa strategica”è una tabella – facile da consultare – in cui sono riassunti tutti gli impegni presi da Concas e dal centrosinistra durante l’ultima campagna elettorale e, per ognuno di essi, è indicato lo stato di attuazione anno per anno, la modalità di verifica e quale è l’assessore responsabile. La Mappa Strategica è liberamente scaricabile dal sito del Comune e verrà aggiornata annualmente.

“Con la Mappa Strategica” afferma l’assessore all’attuazione al programma Giuseppe Bottasini, “mettiamo nelle mani dei cittadini uno strumento facile per controllare se stiamo rispettando o meno il patto sottoscritto col voto, per consentire a tutti di valutare su basi oggettive se stiamo facendo quello che avevamo promesso. Solo attraverso una rinnovata responsabilizzazione degli Amministratori, si possa rendere di nuovo credibile la politica agli occhi degli elettori”.

Oltre a servire come strumento di controllo dei cittadini sulla Giunta, la Mappa serve anche verificare che l’azione della struttura comunale (ed in particolare dei dirigenti) sia coerente con le linee programmatiche del Sindaco, riducendo il rischio che organizzazione interna e politica perseguano obiettivi differenti.

Dal Consiglio: variante Esselunga, banche senz’armi e vigili di quartiere

Prosegue l‘impegno dei Consiglieri della Lista per Pioltello a far conoscere ai cittadini il lavoro svolto in Consiglio Comunale. Ecco il resoconto della seduta del 18 luglio 2013, a cura di Nicola Maselli.

Nicola Maselli, consigliere comunale LxP
Nicola Maselli, consigliere comunale LxP

Il Consiglio si apre con un’interrogazione presentata dalla Lega Nord sui contenziosi legali tra l’Amministrazione Comunale e terzi, tema già discusso in occasione  dell’approvazione del bilancio per la presenza di un debito di circa 380.000 euro dovuto appunto a un contenzioso perso dal Comune con l’impresa che ristrutturò la scuola Segantini nel 2002. L’Assessore Berardi e il Sindaco hanno elencato alcuni contenziosi di minore entità tuttora aperti, ribadendo l’intenzione di valutare molto attentamente, caso per caso, l’opportunità o meno di aprire nuovi contenziosi per ridurre il rischio di debiti di grossa portata.

Il Sindaco comunica al Consiglio la solidarietà da lui espressa, a nome dell’Amministrazione Comunale, al Sindaco ed al Vice Sindaco di Cardano al Campo (VA), vittime di una sparatoria per mano di un vigile urbano sospeso dal servizio, ponendo l’accento sulla situazione di forte disagio sociale ed economico che possono incentivare determinate condotte criminose.
Sempre nelle comunicazioni, l’assessore Bottasini illustra ai Consiglieri gli obblighi di pubblicazione di patrimonio e redditi personali e dei parenti sul sito del Comune, derivanti da un recente decreto legislativo sulla trasparenza.

Approvati i verbali delle sedute precedenti, si passa alla discussione ed approvazione di una variante al Piano di Governo del Territorio (PGT), riguardante due proprietà di Esselunga. Il primo intervento prevede la conversione da residenziale a parcheggio di una vecchia zona industriale situata in via Canova a Seggiano: l’operazione riduce gli abitanti previsti dal PGT di circa cento unità e perciò  è vista con favore dalla Lista per Pioltello, perché inizia a compensare l’incremento di 600 abitanti che potrebbe verificarsi a seguito della variante sul quartiere Malaspina approvata in Dicembre sotto la minaccia della scure del patto di stabilità. Il secondo intervento riguarda la ricostruzione di una palazzina uffici, senza consumo di nuovo suolo, che garantirà al Comune una importante entrata economica.

Si procede poi a modificare due regolamenti, su proposta della Giunta. Il primo riguarda l’assegnazione e la gestione degli orti comunali, con l’introduzione della apertura continua del bando. Il secondo riguarda l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica, modificando le modalità di assegnazioni di alloggi comunali in deroga alla graduatoria: come gruppo consiliare, abbiamo votato a favore della modifica al regolamento, auspicando però che si prosegua con l’assegnazione attraverso graduatoria, strumento a nostro avviso equo e trasparente, e chiedendo di coinvolgere la commissione “servizi sociali – casa” nel monitoraggio della situazione sul tema della casa a Pioltello.

Nonostante sia stato approvato da poco più di un mese (13/6), su proposta della Giunta il Consiglio  ritiene di poter modificare il bilancio in alcune sue parti, vista la natura marginale e strutturale delle stesse.

Data la scarsa propensione degli istituti di credito di offrirsi, il Consiglio apporta alcune modifiche alla Convenzione che disciplina l’assegnazione  per la gestione del servizio di tesoreria del Comune, per favorire una maggiore partecipazione delle banche al bando. La Lista per Pioltello chiede di inserire due commi che impegnino gli Istituti bancari a dichiarare se abbiano o meno finanziato transazioni di armi nell’ultimo biennio e il loro impegno a non far confluire i fondi o gli utili derivanti dalla gestione degli stessi nella produzione e commercio di armi. Viste le difficoltà tecniche dell’Amministrazione a tramutare in breve tempo in atti amministrativi l’indirizzo da noi indicato, ritiriamo  l’emendamento a fronte dell’impegno dell’Assessore Berardi a fare propria tale sensibilità e applicarla ai parametri che influiranno sull’assegnazione del servizio di tesoreria.

Il consiglio comunale si conclude con un ordine del giorno della Lega Nord che chiede l’istituzione del vigile di quartiere. Nella lunga discussione che segue, il Consiglio affronta il tema  sicurezza nella nostra città e le politiche da porre in essere per ridurre i reati. La Lista, per voce del capogruppo Premoli, indica l’educazione alla legalità come strumento più efficace , oltre che più alla sua portata, che un’Amministrazione Comunale ha per cercare di prevenire comportamenti criminosi o anche solo irrispettosi di persone e cose. L’ordine del giorno viene ritirato, con l’impegno della Presidente della Commissione Affari Istituzionali a calendarizzare una serie di incontri, chiesti già in gennaio dalla Lista per Pioltello, sul tema sicurezza invitando anche i rappresentanti delle forze dell’ordine.

Per il gruppo consiliare della Lista per Pioltello
Nicola Maselli

Cos’aveva detto il consigliere?

Sul Portale

http://consiglio.comune.pioltello.mi.it

sono disponibili tutti i video delle riunioni del Consiglio Comunale: un modo per controllare, apprezzare o criticare su basi oggettive il lavoro dei consiglieri comunali e della Giunta. Insieme ai video, sono disponibili i documenti in discussione. E, naturalmente, durante le sedute del Consiglio è anche disponibile lo streaming audio e video in tempo reale.

Clicca per accedere al Portale coi video e documenti
Clicca per accedere al Portale coi video e documenti

 

Armi e politica: un appello per la trasparenza

“Che connessione c’è tra produzione e vendita di armi e la politica italiana?”

ZanotelliCon questa domanda Alex Zanotelli rilancia il dibattito sulla complessa gestione del sistema armi in Italia rivolgendosi con un appello al neo governo Letta. Negli ultimi anni l’Italia è stata uno dei maggiori esportatori di armi nel mondo, spesso in contesti di guerre e dittature, ignorando completamente ogni legge internazionale.

Le recenti inchieste delle Procure di Napoli, Busto Arsizio e Roma sul sistema delle tangenti che regola le commissioni internazionali di armamenti evidenziano con forza la corruzione di un intero settore che in Italia è interamente rappresentato da Finmeccanica (di cui lo Stato italiano possiede il 30% delle azioni) e dalle sue controllate. Per approfondimenti su questo tema, è disponibile il video dell’incontro organizzato a marzo dalla Lista per Pioltello insieme ad altre sei associazioni del territorio.

In questa delicata fase della politica ai cittadini occorrono maggiori risposte: i partiti sono al corrente di queste tangenti? Sono anch’essi beneficiari dei guadagni di Finmeccanica? Zanotelli chiede di fare chiarezza e di ridimensionare i finanziamenti per le spese militari in favore di settori considerati meno immorali come la sanità e la scuola pubblica. Per essere più incisivi, Zanotelli sottolinea la necessità di creare un Forum nazionale di tutte le reti e le associazioni impegnate per la pace che agisca unito e compatto. Perché l’Italia ripudia la guerra!

Su proposta della Lista per Pioltello, il nostro Comune è recentemente entrato a far parte del Coordinamento “Pace in Comune” . Ora invitiamo tutti i cittadini a sostenere l’iniziativa di Zanotelli per la trasparenza della politica rispetto al mercato delle armi, firmando on line l’appello.

FIRMA ANCHE TU L’APPELLO DI ZANOTELLI

Claudia Bergomi

Quanto prende un consigliere della Lista

150-Euro_OZLa Lista per Pioltello vuole essere trasparente su quanto riguarda i soldi ricevuti ed usati per l’attività politica.  Ecco quanto hanno preso i consiglieri della Lista nel secondo semestre 2012 per la loro presenza nelle riunioni di Consiglio e Commissioni, quanto hanno versato alla Lista (50% del netto) e quanto è rimasto a loro:

Consigliere Riunioni Lordo€ Versati alla Lista € Netto rimasto al consigliere €
Gianluca Premoli 10 409 153,08 153,08
Giovanni Di Vito 9 368 138,53 138,53
Nicola Maselli 8 327 125,00 125,00

I soldi della Lista

Per sostenere  le proprie attività culturali e politiche, la Lista per Pioltello si basa sui versamenti volontari di consiglieri, assessori e simpatizzanti e sulle tessere degli iscritti, senza un euro di finanziamento pubblico ai partiti.

salvadanaio-risparmio-258x258Anche se non sono soldi pubblici,  abbiamo deciso di rendere pubbliche le nostre entrate ed uscite, aprendo alla libera consultazione via internet i consuntivi mensili e (a fine anno) il bilancio consuntivo, predisposti dal Tesoriere della Lista.

I consuntivi sono disponibili cliccando qui o cliccando sul simbolo della Lista.

Con questa iniziativa – che speriamo venga presto imitata dalle altre forze politiche – vogliamo condividere coi cittadini la realtà dei “costi della politica” locale, spiegando  quanto costano le iniziative (stampa manifesti, noleggio sale, acquisto materiale ecc.) e da dove arrivano i soldi che ci permettono di realizzarle: un modo per cancellare falsi pregiudizi e magari stimolare una riflessione in tutti su come contribuire – anche economicamente – alla buona politica locale.

Premio di 10.000 euro dalla Regione al Comune per l’innovazione

Il Comune di Pioltello è stato premiato con 10.000 euro dalla Regione Lombardia, per il progetto di trasmissione via internet delle sedute del Consiglio Comunale e delle delibere di Consiglio e di Giunta. Il progetto è operativo da dicembre scorso e prevede, oltre che lo streaming audiovideo delle riunioni del Consiglio, la registrazione delle sedute su YouTube, la pubblicazione di tutte le delibere di Consiglio e Giunta sul sito del Comune e un portale dedicato ai Consiglieri, attraverso cui scambiare e diffondere i documenti in vista delle riunioni. In futuro, il portale sarà esteso ai cittadini, che potranno così consultare la medesima documentazione dei Consiglieri durante le sedute.

“Una maggiore conoscenza del lavoro svolto dall’Amministrazione permette al cittadino di valutare più obiettivamente l’operato delle persone che ha votato e può così riavvicinarlo al valore ed al significato della politica. Il progetto è stato realizzato usando quasi esclusivamente prodotti e servizi gratuiti, riducendo i costi esterni a poche centinaia di euro e valorizzando al massimo le competenze interne. Ringrazio il servizio informatico comunale, la segreteria generale, la presidenza del Consiglio Comunale e tutti i Consiglieri, che hanno condiviso ed apprezzato le novità introdotte dal progetto nel loro lavoro.” ha dichiarato l’assessore all’innovazione Bottasini, che ha curato per conto della Giunta il progetto.

Approfondimenti: