Contattaci

Se vuoi collaborare o semplicemente segnalarci problemi o progetti o idee:

SCRIVICI compilando questo modulo:

COMMENTA i nostri articoli: Sotto quasi tutte le pagine di questo sito è possibile aggiungere liberamente commenti. I gestori del sito si riservano di cancellare commenti che risultino offensivi o fuori tema o lesivi della dignità di persone o contengano accuse di reato ed in ogni altro che, a nostro insindacabile giudizio, possano porre problemi legali al sito ed ai suoi gestori. Sono casi molto rari, che accadono non più di una- due volte all’anno. Tolti questi casi, il sito è a disposizione per ospitare anche opinioni del tutto difformi rispetto al pensiero ed orientamento politico della Lista per Pioltello.
VIENI a trovarci: L'ingresso della sede della Lista, in via Vignola (clicca per ingrandire)
La nostra sede si trova in Via Vignola (angolo via Galvani) a Seggiano di Pioltello ed è aperta normalmente al martedì sera dalle 21.30
PARLA coi nostri consiglieri:  I nostri consiglieri comunali sono contattabili di persona in Comune durante i consigli comunali.

40 pensieri riguardo “Contattaci

  1. Buon giorno, sono uno studente dell’Università statale di Milano. Sto scrivendo una tesi di laurea sul bosco della Besozza e avrei necessità di parlare con i rappresentanti del comitato di quartiere.
    Ho scritto loro via mail ma non ho ottenuto risposta, voi potete mettermi in contatto con loro?

    grazie mille

    Jacopo Zurlo

  2. Purtroppo non ho ricevuto la vostra risposta.
    Grazie ancora della disponibilità.
    Jacopo Zurlo

  3. gentilmente voglio saper quando tempo posso rimaner al marocco con la ricevuta della posta italine

  4. Vorrei approfondire le tematiche della vostra lista civica.
    Grazie

    Dario Rinco
    via Sacco e Vanzetti 59
    Sesto SG
    0224309685

  5. COME MAI NON COMENTATE MAI LE ATTIVITA DEL GRUPPO A CAVALLO DI PIOLTELLO? VISTO CHE STA’ LAVORANDO BENE OPPURE?

  6. Cara Marta
    se il “gruppo a cavallo di Pioltello” cui ti riferisci sono le Giacche Verdi, ogni volta che veniamo a conoscenza di una loro iniziativa la pubblicizziamo, come puoi vedere qui e qui.
    Se vi sono altre iniziative di questo gruppo o altri gruppi analoghi che operano sul territorio di Pioltello e di cui non siamo a conoscenza, il nostro sito è a disposizione.

  7. Buongiorno, trovo il sito stimolante anche se spesso, come avrete visto da miei passati commenti, di idee opposte alle mie. D’altra parte penso sia utile per tutti non chiudersi e diventare autoreferenziali. L’unico difetto che secondo me ha il sito è che essendo sotto forma di blog, siete voi a scegliere gli argomeni. Avete mai pensato ad affiancare un forum (ci sono un sacco di piattaforme gratuite) in modo che il sito possa diventare anche fonte di dibattito per argomenti proposti da noi lettori (un po’ stile il sito partecipami.it della rete civica milanese)

  8. Kadath

    il sito è nato parecchi anni fa come sito di pubblicazione di notizie e di posizioni della Lista e un po’ per volta abbiamo cercato di aprirlo alla partecipazione dei visitatori perché – al di là delle nostre posizioni – è come dici tu stimolante confrontarsi.

    L’attuale forma di blog è secondo noi un buon compromesso tra il desiderio di un dialogo e la necessità di conservare un orientamento preciso del sito e ci sembra che funzioni abbastanza bene. Inoltre è compatibile con le scarse risorse (persone, tempo) che la Lista può mettere per seguire le discussioni e intervenire.

    Aprire un forum collegato al sito non sarebbe di per sé una operazione difficile, ma rimarrebbe il problema di trovare il tempo per noi di seguirlo e gestirlo in aggiunta al sito.

  9. buongiorno, vorrei ringraziarvi per aver pubblicato sul vostro sito le informazioni sul nostro camp estivo di tennistavolo.

    grazie a voi, digitando “scuola estiva di pingpong” ci hanno trovato persino in Slovenia!

    infatti, nella settimana appena conclusa, abbiamo avuto il piacere di ospitare un ragazzino di Capodistria, che ha frequentato il nostro camp, arrivando addirittura secondo nel torneo finale.

    grazie ancora!
    elena mazzantini (polisportiva san giorgio, sezione tennistavolo)

  10. volevo porgervi una domanda,ma possibile che nessuno faccia qualcosa per migliorare la sicurezza al quartiere satellite? migliorare la qualità di vita? non se ne può più di sentire schiamazzi fino alle 5 del mattino di ubriachi al parco o le continue risse,litigi ecc… sta diventando una situazione invivibile…

  11. è vero….
    io come ho già scritto in questo sito, abito in piazza Schuster ed il problema c’è anche lì,
    noi della zona ci siamo rivolti ai carabinieri (per nulla interessati, forse i carabinieri di pioltello pattugliano altre zone ma non pioltello da quanto ho capito) al comune e ai vigili (abbastanza sensibili e interessati al problema);
    ci hanno comunicato che il problema della microcriminalità è diffusissimo in tutta pioltello, non solo nella zona satellite, e che a quanto pare non si riesce a porvi rimedio. Secondo una mia vicina pare anche che il sindaco abbia contattato i genitori di alcuni ragazzi che creano disagi ma senza alcun successo…. (anzi, peggio…)
    Da noi ci sono anche ragazzi dodicenni che ti insultano se provi a dirgli qualcosa, bestemmiano, danneggiano cestini, lampioni ecc…..; tutti italiani, mentre credo che al satellite la maggioranza sia composta da stranieri…..
    A volte passano delle pattuglie, ma sempre quando non ci sono liti o schiamazzi.
    Purtroppo non bastano, il problema a quanto pare è in tutta Pioltello, e di una portata abbastanza preoccupante, e sembra anche essere in peggioramento. Data la giovane età di alcuni ragazzi, non credo che la colpa di ciò possa essere imputabile alla scuola (che fa già quel che può con ben poche risorse!)…, ma proprio agli ambiti famigliari,…. purtroppo la percentuale di ignoranza, delinquenza e maleducazione nel nostro paese è davvero alta. Mi dispiace Marco non darti soluzioni, ma secondo me è bene parlarne per cercare di capire il fenomeno per cercare di combatterlo e di trovare una soluzione,
    …. il satellite va riqualificato, ma credo che non potrà essere un processo veloce.
    ciao Romina

  12. sono pienamente daccordo…! io intanto incomincerei ad accontentarmi di avere più presenza delle forze dell’ordine,totalmenti assenti nella vita notturna del paese,ogniuno e libero di fare quello che vuole,continui litigi per le vie,urla fino a tarda notte ecc… e mai nessuno che controlli,ci vorrebbe un presidio proprio in zona satellite,ma come dici tu è una situazione che si stà espandendo anche fuori dal satellite…e tanto e dovuto alleducazione delle famiglie,guarda ti posso dire che è vero,già lo vedo nei vicini di casa,menefreghismo totale,musica e tv alta fino a notte tarda,schiamazzi…ecc…. zero rispetto
    poi le sere d’estate,e anche durante l’anno… i vari terrazzi dei palazzoni,adibiti a vere aree concerto,con tanto di gazebo,mini abitazioni abusive,musica a tutto volume latino americana…e addirittura piccionaie(incredibile davvero,sopratutto portatori di malattie) qualcosa davvero di sorprendente…. la cosa davvero che più preme che inizino davvero a riqualificare il tutto….non dico tutto e subito…ma che ci sia un VERO inizio…..

  13. già….
    sono daccordo su tutto.
    Forse come cittadini possiamo far pressione per far capire al comune che questo è un punto importante dove impegnare risorse (anche in vista delle prossime elezioni), credo che il malcontento generale che c’è (si lamentano in molti) indirizzerà le prossime votazioni …..
    ieri sera tornando da una serata fuori, siamo passati in piazza del mercato a prendere un litro di latte alla casa del latte……
    incredibile quanti ragazzi ci fossero, il caos più totale, sembrava una discoteca all’aperto! devo dire anche divertente…..
    effettivamente se non ci sono litigi non fanno del male a nessuno, però disturbano le palazzine vicine….
    …invece nel parcheggio di via ugo la malfa ieri sera i ragazzi giocavano a calcio…
    naturalmente posto auto disabili sempre occupato senza cartellino….
    Saluti Romina

  14. leggo con interesse gli articoli del vs blog, ma desidero non ricevere nessuna mail al mio indirizzo di posta. grazie in anticipo. saluti

  15. Ho ricevuto (come penso tutti i clienti ancora in maggior tutela) da Cogeser una lettera con cui mi si comunica che la stessa (bontà sua) mi concederà, dal primo gennaio 2011, uno sconto sul prezzo da mercato tutelato pari a 0,77 centesimi di euro/smc). Rimango molto perplesso da questa cosa:
    1) L’azienda in questione è pubblica e partecipata dai comuni della zona, con il Comune di Pioltello come primo azionista al 28,81%.
    2) L’applicazione dello sconto è fatta con la formula del silenzio-assenso: se entro 60 giorni non si risponde negativamente, si applica lo sconto, MA si passa anche sul mercato libero.
    3) Ora, a prescindere dalla bontà o meno della proposta, trovo quantomeno improprio che una società a capitale pubblico locale cerchi di far passare in modo assolutamente surretizio quello che è a tutti gli effetti un cambio sostanziale del contratto in essere. Tanto più che l’offerta non è neanche ben specificata e in giro si trova di meglio.
    4) Va aggiunto anche che la lettera è inviata per posta ordinaria, quindi se uno non riceve nulla non riesce neanche a tutelare il suo diritto a rimanere sul mercato tutelato.

    Personalmente sto scrivendo una letteraccia con relativo diniego, ma ho come la vaga idea che fra qualche settimana, passati i 40 giorni di legge per la risposta, partirà anche una segnalazione all’autorità per l’energia…

  16. Ciao “Kadath Dragon”
    dopo 20 anni che scrivi su questo sito, e spesso per cose che meritano attenzione, sarebbe interessante conoscere tuo vero nome (o avere una tua foto), tanto non perderai tuo diritto di critica e non diventerai per questo un elettore di centro sinistra !.

    Detto questo condivido il contenuto della tua acuta segnalazione e chiederemo all’ente, cioè il comune di Pioltello spiegazioni su “uno sconto che sembra nascondere una privatizzazione” però caro “Kadath Dragon” questo sito non è del comune di Pioltello, questo tipo di segnalazione va fatto direttamente alla CO.GE.SER SPA Sito Web: http://www.cogeser.it/index.asp o al comune di Pioltello e l’assessore di riferimento è: Rosario Berardi (Assessore: Servici civici, Partecipate, Reti tecnologiche e informatizzazione, Edilizia scolastica ) Recapiti 02/92.366.214 r.berardi@comune.pioltello.mi.it Orari di ricevimento Lunedì Dalle 11 alle 13.

    Paul

  17. CVD…ecco il testo della comunicazione allegata all’ultima bolletta:
    “Gentile cliente,
    La informiamo che in seguito ad una comunicazione da parte delle competenti Autorità consultate da alcune Associazioni di consumatori, lo sconto sulla tariffa di fornitura del gas naturale annunciato con nostra comunicazione del 10 dicembre 2010 deve intendersi al momento sospeso.
    Le confermiamo che tale iniziativa aveva l’obiettivo di offrire ai nostri clienti una riduzione della tariffa sul gas in un momento difficile per l’economia, e non quello di modificare la Sua condizione di cliente tutelato.
    Solo la condizione economica sarebbe stata liberalizzata e nessuna altra condizione del vigente contratto sarebbe stata modificata; in qualsiasi momento Lei avrebbe avuto la possibilità, se ritenuto preferibile, di ritornare alla precedente condizione economica “tutelata” (pagando la marca da bollo, ndr)
    Qualora, come crediamo, e ci auguriamo, nell’interess della nostra clientela, la decisione finale delle Autorità non fosse quella di imporre un blocco dell’iniziativa, provvederemo senz’altro a riconoscerLe la riduzione di tariffa nei termini già annunciati”.

  18. Ciao a tutti, vi pongo un quesito sulla piazza Garibaldi di Seggiano. Ho saputo che c’è un progetto per riqualificarla, è vero che saranno abbattutti quegli ecomostri per far spazio al verde pubblico e ad una vera piazza vivibile e sicura? Volevo spostarmi in via Genova ma data la vicinanza alla stazione ed a piazza Garibaldi mi sembra una zona pericolosa e poco sicura, specie di notte.

    Grazie a tutti coloro che mi sapranno dare qualche risposta un pò più rassicurante su quel contesto…

    Terenzio

  19. Daniela, grazie per la segnalazione.
    Se hai scelto questo sito per rilanciarla, immagino – e mi fa piacere immaginarlo – che ciò accada perchè hai visto e sai che su questo sito e su Pioltello 2011 http://pioltello2011.wordpress.com/ è stata riservata, in fase di ragionamento sul programma, molta attenzione ai temi di sobrietà, riuso e riciclo dei beni, conservazione delle risorse.
    Invito i lettori a visitare Pioltello 2011 e leggere o rileggere, tra i vari articoli:
    “Rifiuti zero” (dove si parla proprio di Capnannori)
    “Scheda zero”
    “La Riusola”
    “Ciao ciao busta di plastica”
    In particolare, “La Riusola” avanza una proposta che va a braccetto con quella che tu hai segnalato.
    Non è entrata direttamente nel programma, più per disattenzione che per altri motivi, ma sta sicuramente nell’agenda mentale di molte persone, per cui immagino che ci sarà sicuramente modo di iniziare qualche azione concreta in questo senso.
    Gianluca

  20. LA S.I.S.A.S. ( INQUINAVA MENO )
    quando era operativa
    anzi addirittura era in fase di AUTObonifica
    ma qualcuno… volle fare il politico in carriera

    Fu così che tanto fu fatto, tanto venne detto
    che la S.I.S.A.S. fu fatta chiudere.
    ( chi ha vissuto la realtà S.I.S.A.S.
    nel periodo della fase antecedente la
    fermata dell’azienda, certamente lo saprà

    OGGI: la S.I.S.A.S.
    inquina ancora di più e NON SOLO a Limito;
    la Sisas inquina pure all’estero.

  21. CONTINUA X S.I.S.A.S.

    adesso tutti i vecchi politici, i coniglieri, ecc ecc
    che all’epoca tanto si adoperarono, per demonizzare
    la s.i.s.a.s.

    l’acqua dal rubinetto la dovranno bere pure loro e tutta la loro famiglia.

    auguroni!!!!!!

  22. Caro Fabyo che passi l’estate a scrivere qui, io non so se tu hai vissuto la realtà della Sisas prima della chiusura ed in quale ruolo. Ciò che so della Sisas è quel che mi raccontano gli amici che in Sisas ci hanno lavorato e quello che scrivono i giudici che non più tardi di qualche mese fa hanno condannato il proprietario. La Sisas non fu fatta chiudere ma fallì, lasciando tutti noi (lo Stato, i cittadini) con le schifezze che ancora sono in via di ripulimento. Quelle schifezze non le hanno mica messe lì i “politici in carriera” ma chi gestiva – malamente – la fabbrica ed è scappato quand’è stato costretto a ripulire, altro che autobonifica …

    Certo che hai uno strano modo di ragionare… secondo te, inquinavano meno tre discariche piene di porcherie a mollo nella falda per trent’anni che le medesime porcherie divise per tipologia, impacchettate e spedite in discariche controllate. Quanto alla discarica spagnola, se qualcuno ha fatto il furbo, pagherà, mentre è certo che chi gestiva la fabbrica ha fatto il furbissimo, creandosi tre discariche abusive direttamente in casa (cioè a 100 metri dalle case di Limito, altro che Spagna).

    Oltre a non aver studiato la storia, pare che tu non abbia studiato neppure la geografia: la falda corre verso sud ed infatti, quando per errore qualche anno fa un’azienda del polo chimico rilasciò una sostanza in falda, fu ritrovata dalle parti di Lodi, mica in Brianza. Perciò il tuo poco benevole augurio relativo ai rubinetti molto difficilmente riguarderebbe i “politici” pioltellesi cui vuoi tanto male. Per rassicurare chi – nonostante tutto- ti voglia prendere sul serio, ricordiamo che a Pioltello l’acqua potabile non viene mica dalla prima falda (quella che era a contatto con le discariche) ma dalla terza falda, che non è contatto con le discariche.

  23. Caro Angelo, io non passo l’estate a scrivere sulla S:I:S:A:S

    Le cose un conto è farsele racconatare, un conto è viverle.

    E’ vero la Sisas, è stata fatta fallire, praticamente fu un fallimento pilotato, perchè la Sisas era entrata “di proposito” in attrito con la Basf tedesca, per un prodotto “adesso non mi mi ricordo quale”.

    Praticamente era successo, che lo stesso prodotto che produceva la Basf, lo faceva anche la Sisas, ad un certo punto la Sisas, aveva abbassato il prezzo del materiale sul mercato. La basf, accortasi immediatamente, aveva ulteriormente ribassato il prezzo dello stesso prodotto, “prodotto dalla Basf. Accadeva così che la Sisas, si veniva a ritrovare, con tonnellate e tonnellate di prodotto invenduto.

    Il fallimento pilotato, si verificava, perchè: la regione lombardia, aveva fatto causa alla Sisas per 50.000.000 di care vecchie lire. Alla regione Lombardia, si insinuava nella causa, pure il comune di Pioltello per altrettanti 50.000.000 di lire. Calcola che il patrimonio-valore dichiarato era di 100.000.000 I.v. Pur vero ed evdente che il patrimonio reale era di gran lunga superiore, ma ufficialmente, il valore di causa, andava a lambire “tutto” il patrimonio dichiarato.

    In oltre, la Sisas, aveva 2 impianti ( uno ) per la produzione dell’acido acetico, ( uno per la produzione dell’idrogeno. La sisas, voleva modificare i due impianti, per produrre, anche il “famoso” gasolio ecologico e con l’altro impianto, l’idrogeno per autotrazione.

    I comuni e gli enti vari, negarono di fatto, la trasformazione. Negavano praticamente tutto, qualsiasi innovazione, nonostante la direzione Sisas, stava mettendo in campo, un ravvedimento operoso per bonificare l’inquinamento esistente, come era avveenuto appena poco prima per un vecchio impianto “la ex produzione del mercurio”. Negavano perfino, la costruzione di una tettoia per lo stoccaggio di bancali in legno, negavano tutto e paralizzavano il futuro.

    In una riunione ( nella quale io personalmente ero fisicamente presente ), si materializzò un personaggio, era un portavoce, della famiglia proprietaria della Sisas. disse senza equivoci queste parole… << La famiglia (omissis) con la Sisas, ha soldi per 6/7 generazioni a venire
    in oltre, sarebbe ns interesse pure continuare, poichè abbiamo progetti nel "cassetto" per la chimica mondiale, brevettabili, innovativi, remuneativi Nonostante tutto ci viene puntualmente negato !!!!, la Sisas non intende più continuarae a prendere pesci in faccia, dalla politica: Signori, adesso la famiglia (omissis) chiuderà la Sisas >> e così avvenne.

    Morale: Pur vero che la Sisas aveva inquinato, ma anche vero che la Sisas stava facendo un ravvedimento operoso, per bonificare tutto ( lo sò perchè C’ero ero li e vedevo !!!).

    Ne è prova il fatto, che un volta, scoppiò la centrale e pure scoppiò un altro impianto, la Sisas, dovette chiudere per circa 6/7 mesi, con delle ingenti spese, reinvestite sul sito, riaprì la produzione. Segui la logica, se voleva chiudere, quale occasione migliore c’era ? Invece ha continuato. Il problema è stato amminsitrativo !!!!

    Detto molto francamente, se pure io sarei stato il Sig.(omissis) proprietario del sito, avrei fatto la stessa identica cosa, perchè era di fatto divenuto impossibile operare e muoversi. Ti potrei raccontare ancora tante cose, ma quì mi viene tardi veramente. Sarebbe da incontrarsi, magari a bere un caffè, ti racconterei di quelle cose, che se per un attimo ti immedesimi, ti arrabbi ancora adesso, ciao
    Scusatemi tutti per lo spazio che Vi ho occupato, ma lo scotto che ho subito dopo la chiusura Sisas, è tutta una avventura a parte !!!!!!

    Ecco perchè i politici dovrebbero berla l’acqua di falda, ( lo sò che va a sud ), ma l’augurio glie lo mando lo stesso.

    FAbyo

  24. IL SINDACO E LA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE
    una costituzione di parte civile, fu già fatta dal
    sindaco De Gaspari, cavalcando il cavallone della
    regione e degli ambientalisti.

    La vittoria teorica c’è stata solo sulla carta
    la perdita reale sul terreno.

    Questo è STORIA !!!!

    Saluti e auguri….
    Fabyo

  25. Buongiorno a tutti.
    E’ possibile avere un aggiornamento sullo stato di avanzamento lavori della ciclabile che dovrebbe permettere l’attraversamento della Padana nei pressi dell’Esselunga?
    Grazie
    Barbara

  26. Ciao Barbara

    il cantiere del ponte ciclabile sopra la Padana è fermo perché il Comune di Pioltello, pur avendo i soldi, non li può spendere per rispettare il patto di stabilità con il Governo centrale, per cui l’impresa non completa i lavori.

    Poiché il patto di stabilità permette ai Comuni di spendere i propri soldi solo se ne entrano di “freschi”, il Comune di Pioltello sta cercando in questi mesi di vendere qualche proprietà per investire i soldi che entreranno nel completamento del ponte.

  27. Cari Signori politici vecchi e nuovi ( TUTTI NESSUO ESCLUSO )
    Cari Signori ecologisti ( TUTTI NESSUNO ESCLUSO )

    ESULTATE E GIOITE

    l’Europa, Vi ha graziato !!!!!!!!
    andate ad accendere un lumicino di ringraziamento, ma………….
    Guardate in faccia il fatto compiuto……

    l’inquinamento è ancora li che Vi guarda, e adesso è pure in giro per l’Italia
    VI E’ ANDATA BENE !!!!!!! CI E’ ANDATA BENE!!!!!
    l’Europa, ci ha tolto le castagne dal fuoco, castagne che VOI Signori politici e ecolgisti, avevate messo……VERO ?????
    Adesso, TUTTI sul carro della vittoria e dire:
    siamo stati nooooiiiiiii

  28. BIOLCHIINI :

    Dua tira la bufera, gira la bandera !!!!

    Già dimenticato il caso S.I.S.A.S. ?
    ma si, passato la festa è gabbato il santo

    Almeno per rispetto, tenga sulla scrivania un vasetto di vetro, con dentro
    della terra inquinata della Sisas, e sul vetro o sul tappo, una bella scritta:
    <> Sarebbe un bel ferma carte, un idea originale, unico al mondo !!, perchè no ?

  29. MOBILITAZIONE ALL’ESSELUNGA:
    strano che la lista per Pioltello, non si mobilitò quando c’erano in licenziamento ( TUTTI ) i dipendenti della
    società S.I.S.A.S. spa.

    MA ERANO ITA(GL)IANI, quindi con meno dignità degli extracomunitari del satellite !!!!!!!!!!!!

  30. Sembrerebbe che domenica 20 novembre sarà “a piedi” dalle 10 alle 18. Questo almeno è quanto scritto sul sito del Comune di Milano (il sito del Comune di Pioltello tace…).

  31. CAaro Paul, rilevo oggi, 31/01/2012, il tuo luminare commento:

    Ti rispondo semplicemente con un proverbio cinese

    <>

    Io sono l’indice e sono uno di quei famosi 400 che furono licenziati.

    Domanda, visto che sei solerte nell’ironizzare la mia indicazione,
    come mai, non lo seo stato anche quando c’erano i licenziamenti
    di ITALIANI a Pioltello ? perchè ? come mai ?
    non c’eri ? se c’eri dormivi ?

    Adesso però se bello sveglio.

    Allora guarda sotto ai piedi, hai un fantasma, indovina quale ?

    Ciao migliori Saluti.

  32. FANTASMI A PIOLTELLO
    l’ex Sisas è stata bonificata, un po sì e un po nò !!!!!
    Oggi nessuno vuole l’area, perchè chi acquista, mica è scemo
    da ributtatrci dentro un altra “bordellata” di soldi, per terminare la bonifica
    quella reale, quella che è ancora realmente sopra, ma soprattutto…..sotto…..

    Il fantasma della “carcassa” corre sopra al terreno e sotto ai Vostri piedi……
    Ulula uuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu…..uuuuuuuuuuuu

    Fate adesso una bella gigantografia, con i volti dei politici, degli ecologisti
    e compagnia bella, e sotto scrivete.
    Grazie per quanto fatto fino ad oggi.
    ma soprattutto GRAZIE a Bruxelles, per averci graziato della maximulta
    che è sgtata “Sotterrata” insieme alla lungimiranza dei vecchi politici

  33. LA MALEDIZIONE DELLA SISAS:
    Rilevo oggi una notizia, che la bonifica, Vi ha mangiato fuori la riqualificazione
    del territorio., Vi ha ciucciato i soldi.

    Tutti i soldi che Voi avete fatto perdere a quelli che lavoravano.

    Adesso, avete una “cosa” ne fatta ne finita e senza soldi per andare avanti

    Alla prossima della Sisas, la maledizione continua…….

Cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...