Comunicato della Lista sull’arresto di un dipendente comunale

La Lista per Pioltello apprende con sconcerto la notizia dell’arresto di un dipendente comunale, accusato di concussione continuata. Ci complimentiamo con la sindaca Ivonne Cosciotti e con il comandante dei Carabinieri Tenente Giuseppe Verde per l’importante operazione effettuata.

Siamo orgogliosi di un’amministrazione che ha saputo cogliere i segnali pervenuti e mettere in campo quelle azioni necessarie per porre la parola fine ad una condotta odiosa, oltre che illecita, perché esercitata in un ufficio che deve dare risposte alle fasce di popolazione più deboli e vulnerabili.

movimentocivicopioltello2tInvitiamo l’amministrazione a tenere alto il livello di guardia e a coinvolgere il personale comunale in un percorso formativo che possa ridurre il più possibile il rischio di reati, mettendolo inoltre nella condizione di leggere eventuali situazioni a rischio, nonché di proseguire nella azione già in corso di ristrutturazione organizzativa dell’ente comunale.

                                          per il coordinamento Lista per Pioltello
                                                           Nicola Maselli

L’Associazione RelAzioni

Con questo articolo iniziamo un percorso di conoscenza delle Associazioni di Pioltello, partendo da quelle iscritte all’Albo comunale. Invitiamo tutti a segnalarci anche le organizzazioni non iscritte, purché attive sul territorio.

Cominciamo a fare la conoscenza di RelAzioni, associazione nata nel 2010 ed operativa a Pioltello dal 2012 con il progetto “Il mondo in un quartiere”, il cui  obiettivo è promuovere la partecipazione dei cittadini del Satellite alla vita del quartiere, con particolare attenzione al ruolo delle donne.

L’associazione lavora con il metodo relazionale, insegnato nella facoltà di Scienze Politiche e Sociali dell’Università Cattolica. Non a caso, il presidente di RelAzioni è il prof. Marco Noli e l’anima dell’Associazione è Francesca Cirillo, dottoranda ricercatrice presso la stessa università.  Dal 2016 l’Associazione ha sede in via Wagner 27, mantenendo con l’Università un costante rapporto alimentato anche dagli studenti che svolgono stage nei progetti sul territorio pioltellese.

Nel 2012 – ci racconta Francesca – sono nati i laboratori pensati come spazio di socializzazione e mutuo aiuto tra le donne straniere. Per queste donne che arrivano da Paesi con modelli sociali ed educativi molto diversi dal nostro, non è facile capire ed inserirsi nel sistema sociale italiano: barriere di lingua e differenze culturali di approccio alla educazione dei figli possono rivelarsi ostacoli insormontabili. Avere quindi uno spazio dove stare e fare insieme delle attività, aiutate dalle volontarie italiane, consente loro di familiarizzare con il nuovo ambiente e superare le diffidenze tra le cento nazionalità diverse che sono presenti nel quartiere.

E le donne sono da sempre agenti di socializzazione nella loro famiglia e nella comunità: ai laboratori di cucina, sartoria e piccoli lavori manuali partecipano donne italiane e straniere, di diverse età ed esperienza. Ad esempio, il laboratorio di cucina consente alle mamme straniere di imparare le ricette di piatti italiani che i loro figli conoscono alla mensa scolastica e che non fanno parte del loro bagaglio tradizionale. Attraverso le ricette che le volontarie italiane insegnano alle donne straniere passano i vocaboli della vita quotidiana, potenziando la lingua italiana che è uno degli obiettivi del laboratorio stesso. Nel laboratorio di sartoria due volontarie, una italiana ed una peruviana, tengono un corso per piccole riparazioni , che può diventare l’inizio di un percorso verso una professione per donne che non hanno mezzi economici e tempo da investire su se stesse.
Mentre le mamme partecipano ai laboratori, l’Associazione si occupa dei loro bambini dagli 0 ai 3 anni. E’ un servizio che facilita la socializzazione tra i piccoli e aiuta le mamme ad avere un momento per sé: lontane dalle famiglie d’origine, spesso devono affrontare la maternità in una nuova società, con regole e abitudini molto diverse..
L’Associazione ha saputo anche costruire collaborazioni con le scuole e le parrocchie di Pioltello: la “Festa dei 100 colori”, organizzata nello scorso maggio con la Consulta Interculturale ed il coinvolgimento degli istituti “Mattei – Di Vittorio” e “Iqbal Masil”, sarà riproposta anche il 6 maggio di quest’anno in Piazza dei Popoli. Grande successo di partecipazione ha riscosso anche la “Festa della Luce e della Pace”, che in dicembre ha visto alunni e maestre e le parrocchie di Pioltello accendere, per la prima volta insieme, le luci dell’albero di Natale.

Per tutte le attività in essere e programmate,  RelAzioni cerca volontarie: chi fosse interessata, può contattare Francesca (Francesca.Cirillo@unicatt.it).

a cura di Lucia Lanzanova

600 pioltellesi all’incontro con papa Francesco

Sabato 25 marzo ci sarà la storica visita di papa Francesco a Milano. Il programma della giornata lo porterà a visitare un quartiere periferico, incontrare la città in Duomo, visitare e pranzare presso il carcere di S. Vittore, per poi spostarsi nel pomeriggio per la messa al parco di Monza e concludere la giornata allo stadio Meazza, dove incontrerà i ragazzi che quest’anno riceveranno la cresima.

imageOltre duecento ragazzi di Pioltello saranno alle 17.30 allo stadio mentre tutti gli altri potranno partecipare all’incontro al parco di Monza. Occorre iscriversi direttamente presso le parrocchie (fino a domenica 19 marzo), in quanto bisogna costituire gruppi di cinquanta persone con un referente che avrà il pass per l’ingresso del gruppo. Partiranno pullman dalle parrocchie di Maria Regina e S. Andrea, mentre Seggiano e Limito si sposteranno in treno. Attualmente vi sono già oltre 400 iscritti.

La parrocchia  S.Andrea sta anche organizzando un gruppo che andrà a Monza in bicicletta essendo una distanza alla portata di molti (14 km circa) più 3 a piedi. Non sarà possibile andare a Monza autonomamente senza essersi iscritti in un gruppo. Inoltre vi sarà una fascia di paesi intorno a Monza interdetta al traffico.

Ecco qui di seguito le prime due videolettere inviate da Giacomo Poretti al Papa per prepararlo all’incontro con i milanesi

Dal Consiglio: parlamentari in visita, CUC e bando profughi

Continua l’impegno del nostro gruppo consiliare a rendicontare il lavoro svolto in Consiglio Comunale. Il resoconto è stato curato dalla consigliera Martina De Pieri.

Il 7 marzo 2016 il Consiglio Comunale si è aperto con un’interrogazione sulla pericolosità di via Pio X, priva di marciapiede su uno dei due lati. L’assessore alla viabilità Bottasini ha risposto, comunicando che la Polizia Locale ha già vietato il parcheggio su quel lato proprio per ridurre il rischio per i pedoni e che l’ufficio tecnico sta lavorando per verificare la possibilità di allargare il passaggio per i pedoni.

Dopo le comunicazioni del Presidente del Consiglio, la Sindaca ha parlato di tre importanti eventi, che hanno interessato e interesseranno la nostra città in questi giorni.
1. La commissione parlamentare sugli illeciti ambientali ha visitato il sito della ex Sisas. Regione Lombardia, oggi proprietaria dell’area, ha destinato 15 milioni di euro all’area e deve fare una nuova caratterizzazione, per capire soprattutto la situazione della falda. La Sindaca ha precisato che la vocazione dell’area rimane industriale, posizione condivisa dal sindaco di Rodano. Da entrambi i Comuni c’è stata una richiesta di maggior presidio dell’area, visto anche gli ultimi episodi (rave party).
2. La commissione parlamentare sulle periferie ha visitato il Satellite, in seguito al bando vinto dal nostro Comune, che prevede interventi nel quartiere per 2 milioni di euro. Alla commissione è stata presentata l’esigenza di azioni strutturali, che possano integrarsi a quanto già previsto dal bando, e si è offerta la città come laboratorio sociale per possibili progetti pilota.
3. Il prossimo lunedì (13 marzo), la ministra dell’istruzione Fedeli verrà a visitare le scuole della città, considerate un ottimo esempio di integrazione.

Il Consiglio ha poi affrontato i due punti all’ordine del giorno.
Il primo riguardava l’approvazione della convenzione con il Comune di Melzo per la Centrale Unica di Committenza (CUC), una nuova funzione obbligatoria che si occuperà di pubblicare e gestire i bandi economicamente più rilevanti, il più imminente dei quali è il bando per le mense scolastiche. La precedente CUC con il Comune di Pero è scaduta e quindi si è deciso di costituirne una nuova con un Comune più vicino e che ha un ufficio bandi ben formato.

Al secondo punto, è stata approvata una variazione di bilancio relativa al bando per l’accoglienza di 25 profughi nella città. Dopo un primo bando di durata biennale andato deserto, si è deciso di riproporre un bando uguale ma di durata triennale, per renderlo più appetibile agli operatori del settore. Sul tema profughi, la Sindaca ha comunicato di aver incontrato in questi giorni il nuovo Prefetto di Milano, che ha esortato ogni Comune a fare la proprio parte ospitando profughi, anche sotto la percentuale prevista da ANCI, che per la nostra città corrisponderebbe a 90 profughi.

Martina De Pieri

Viabilità, si passa a Pioltello

Proseguono gli incontri per quartiere della Amministrazione Comunale sul tema della viabilità. Dopo gli appuntamenti a Limito e Seggiano, cui hanno partecipato oltre cento cittadini con altrettante segnalazioni e proposte per migliorare i diversi aspetti della mobilità in città (traffico, vie, marciapiedi, parcheggi, trasporto pubblico, ciclabili…), LUNEDI 13 MARZO tocca a Pioltello Vecchia, presso il Centro Parrocchiale don Civilini in via Milano.

 

In città l’azzardo vale 50 milioni l’anno

grafico1

Prosegue con questo articolo l’impegno del nostro sito e del nostro Movimento sul gioco d’azzardo.

I dati nazionali del 2016 hanno rilevato un ulteriore aumento della quantità di soldi giocati in Italia in slot, videolottery, gratta & vinci, lotterie istantanee, scommesse sportive …  E’ stata raggiunta la cifra record di 96 miliardi di euro, con un incremento rispetto all’anno precedente di ben l’8%.

Non abbiamo la possibilità di accedere a dati locali ma, basandoci sulla spesa pro capite nella ex provincia di Milano, possiamo tranquillamente dedurne stime sui soldi che, nella nostra città, vengono bruciati nel gioco d’azzardo. Il conto è presto fatto.

Se a livello nazionale la spesa annua è di circa 1600 euro a persona, per la ex provincia di Milano si attesta invece intorno ai 1300-1500 euro. Moltiplicando questo dato per la popolazione  di Pioltello (circa 37.000 abitanti) si raggiunge la cifra di circa 50 MILIONI giocati in città ogni anno.

Un dato impressionante, soprattutto se confrontato col bilancio comunale, che per la parte corrente è di circa 25 milioni. Come dire che i cittadini di Pioltello buttano via nel gioco d’azzardo il doppio di quello che il Comune spende per i servizi ai cittadini.

E’ noto che il gioco d’azzardo cresce soprattutto nei periodi di crisi. Diventa pertanto prioritario individuare strumenti locali che scoraggino questa piaga e questo spreco, nonostante lo Stato lo abbia scelto come una forma per rastrellare soldi alla spalle della gente.

Commissione parlamentare sulle periferie a Pioltello

Lunedì 6 marzo 2017 la Commissione parlamentare d’inchiesta  sullo stato delle periferie ha visitato la nostra città e si è fermata a visitare il quartiere Satellite.

La sindaca Ivonne Cosciotti ha raccontato agli onorevoli presenti, tra cui la nostra concittadina on. Simona Malpezzi, cosa rappresenti per i pioltellesi la periferia e quali siano le priorità del Comune rispetto a questo tema, partendo dai progetti finanziati dal bando per le periferie vinto dall’Amministrazione della nostra città. Ai parlamentari presenti la sindaca ha chiesto che la visita sia il punto di inizio di un percorso, che necessita di ingenti investimenti e di un sostegno normativo e politico forte sulle tematiche dell’abitare e del lavoro.

Riteniamo sia stata una occasione importante per far emergere le potenzialità presenti sul quartiere, senza nascondere le fatiche e le difficoltà presenti. Ora restiamo in attesa di conoscere a breve tempi e modi con cui verranno tradotte in realtà le dieci azioni proposte nel bando.
                                                   
Gianni Di Vito

I primi provini di Pioltello Art

P.Art (Pioltello Art) è il nuovo progetto di protagonismo giovanile promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili di Pioltello, in collaborazione con Industria Scenica e l’Educativa Territoriale della città.

Sono stati pubblicati i primi provini, che mostrano la grande vitalità dei giovani pioltellesi. Non perdeteveli, li trovate direttamente sulla pagina Youtube di Industria Scenica

Eccone due in anteprima

Parlamentari nella ex Sisas

La Commissione Parlamentare di “Inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati” ha visitato nei giorni scorsi i siti inquinati di interesse nazionale (SIN) della Lombardia, tra cui la ex Sisas di Pioltello – Rodano.

Durante la visita del 27 febbraio, i deputati ed i senatori della Commissione hanno visitato il polo chimico verificando lo stato dell’area, oggi di proprietà regionale. Durante la visita, i sindaci di Pioltello e Rodano hanno manifestato ai commissari la necessità di un maggiore presidio dell’area, oggetto di attività illecite di sottrazione di cavi di rame e di due rave party negli ultimi mesi.

Nel pomeriggio di martedì 28 febbraio, la Commissione ha sentito la sindaca Cosciotti ed il sindaco Bruschi in una audizione ufficiale, mentre mercoledì è stata sentita Regione. I risultati delle audizioni saranno resi pubblici al termine della missione in Lombardia.

Alla luce di precedenti interventi, è immaginabile che i primi cittadini di Pioltello e Rodano abbiano colto l’occasione per rimarcare ai Commissari l’urgenza che Regione completi la caratterizzazione di terreno ed acqua del sito, che si sarebbe dovuta concludere entro il 2016 ma di cui non si conoscono ad oggi gli esiti. Solo la caratterizzazione potrà infatti dire se vi siano rischi residui per la salute e quanto costa il completamento della bonifica, fermatasi nel 2013 dopo lo svuotamento delle tre discariche abusive create dalla Sisas.

La città si muove per la mobilità

Un buon inizio del percorso partecipativo del nuovo Piano Urbano del Traffico: oltre sessanta persone hanno partecipato al primo incontro a Limito, portando molte segnalazioni e idee per migliorare la viabilità del quartiere, la sicurezza di pedoni e ciclisti, il trasporto pubblico. Presenti all’incontro anche due comitati di cittadini attivi sul tema: il Comitato di Quartiere di Limito, che ha condiviso una propria raccolta di problemi e soluzioni, e l’Associazione Residenti Malaspina, che ha recentemente partecipato ad un questionario sul fabbisogno di trasporto pubblico. Tutte le segnalazioni sono state verbalizzate e saranno consegnate ai tecnici incaricati di redigere il Piano.

Nuovo appuntamento: lunedì 6 marzo a Seggiano, nel centro civico sopra la stazione ferroviaria.

Allegato: la presentazione del Comitato di Quartiere di Limito.

 

Giocarsi la pelle

grancasino
Venerdì 3 marzo, alle ore 21 nella Sala Consiliare di Pioltello in piazza dei Popoli, la nostra città riprende la riflessione sul flagello sociale del gioco d’azzardo con lo spettacolo teatrale:

 Gran Casinò – Storie di chi gioca sulla pelle degli altri

con la Compagnia Itineraria Teatro, con Fabrizio De Giovanni e regia di Gilberto Colla. Uno spettacolo per dire no al gioco d’azzardo, anche a quello legale. Ingresso gratuito.

M’illumino di meno a Pioltello

millumino-di-meno-2017-copertina-rossa-3

Anche quest’anno, il 24 febbraio la nostra città partecipa alla iniziativa “M’illumino di meno” lanciata dalla trasmissione Caterpillar di Radio2 per sensibilizzare tutti al risparmio energetico. Con l’occasione, per alcune ore della giornata saranno spente le luci del Municipio, della Biblioteca e delle Scuole di Pioltello. In Biblioteca si terranno “letture al buio” ed il Civico Istituto Musicale terrà lezioni di musica aperte a tutti a lume di candela. Tutti i cittadini sono invitati a queste manifestazione ed a spegnere le luci di casa dalle 18 alle 19.30.

Tutti gli orari delle iniziative qui.

Mobilità: la parola ai cittadini

assessorebottasini1A partire da lunedì 27 febbraio e per 4 settimane l’Amministrazione Comunale di Pioltello ascolterà i cittadini dei diversi quartieri sui problemi del traffico e della viabilità, in vista della preparazione del nuovo Piano Urbano Generale del Traffico che definirà i nuovi sensi unici, le regole per il parcheggio, le piste ciclabili e tutti gli altri aspetti della mobilità. Vedi Manfesto. Su questa iniziativa abbiamo intervistato l’assessore alla viabilità e trasporti (ed esponente storico del nostro Movimento) Giuseppe Bottasini.

Assessore, cosa succede il 27 febbraio ?

Con lunedì 27 febbraio parte un ciclo di assemblee pubbliche aperte a tutti i cittadini, in cui vogliamo ascoltare i problemi relativi alla viabilità, ai parcheggi, alla sicurezza dei pedoni e al trasporto pubblico.  Gli incontri si svolgeranno a livello di quartiere: il 27 febbraio a Limito nel Centro Civico in piazza don Milani, il 6 marzo a Seggiano nel Centro Civico in piazza Bonardi (sopra la Stazione), il 13 marzo a Pioltello Vecchia nel Centro Parrocchiale in via Milano 76 e il 20 marzo a Pioltello Nuova nel Centro Civico Bonoua in via Leoncavallo.

pianotraffico1

Cosa succederà in questi incontri ?

Saranno incontri principalmente di ascolto: noi arriveremo con le mappe della viabilità del quartiere e all’occorrenza useremo Google Maps per visualizzare le zone esaminate; i cittadini saranno invitati ad appuntare sulle mappe le criticità, lavorando in due o tre gruppi. Non saranno quindi conferenze, ma veri e propri laboratori in cui confrontarci sui problemi e su possibili soluzioni.

E il risultato a cosa servirà ? 

Tutto il materiale prodotto in questi incontri – e in altri incontri che faremo a parte con categorie particolari come le imprese, i commercianti, le scuole e le associazioni di disabili – sarà utilizzato dalla società di consulenza che stiamo selezionando con bando in questi giorni e che dovrà redigere il Piano dal punto di vista tecnico. Quando avremo pronta la bozza del Piano, restituiremo a tutti il risultato di questo lavoro attraverso uno o più incontri pubblici.

Ma non bastava il lavoro tecnico degli esperti per decidere la soluzione migliore?

No. Anche il migliore tecnico non può avere la conoscenza di dettaglio del territorio che hanno i cittadini, gli studenti ed i lavoratori che vivono quel territorio.  Ecco perché abbiamo deciso di fare una vera partecipazione con questi incontri: non perché la legge ce lo impone, ma perché vogliamo fare un Piano che poi funzioni davvero. Un Piano che orienti tutti i lavori su strade, marciapiedi, parcheggi che realizzeremo nei prossimi anni, evitando errori e spreco di denaro pubblico.

Al di là delle idee dei cittadini, quali sono le linee guida che come Amministrazione intendete perseguire col Piano ?

Le linee guida saranno messe a punto parallelamente al lavoro coi cittadini, attraverso le commissioni consiliari ed i gruppi di lavoro politici. Già nel Programma della sindaca Cosciotti ci sono le indicazioni principali e cioè: la sicurezza stradale soprattutto dell’utenza più debole (anziani, disabili, bambini), la priorità alla mobilità “dolce” e rispettosa dell’ambiente (spostamenti a piedi, in bicicletta, coi mezzi pubblici o condivisi) e la facilitazione all’accesso ai servizi della città (negozi, scuole, posti di lavoro). Ciò porterà verosimilmente ad introdurre nuovi sensi unici per recuperare spazio per marciapiedi e piste ciclabili, qualche chiusura a tempo di vie per proteggere le scuole, nuovi dischi orari per facilitare la rotazione dei parcheggi e la revisione di alcune linee bus, mettendo al centro del trasporto pubblico locale la “nostra” stazione ferroviaria di Pioltello – Limito.

Cos’è il logo “PioltelloPartecipa” che compare sul manifesto di invito ai cittadini?

pioltellopartecipa

Con  il logo “PioltelloPartecipa” ed il sito omonimo che stiamo allestendo intendiamo aprire una stagione di nuova partecipazione organizzata.  Già nei giorni scorsi, con la collaborazione preziosa dell’Associazione Residenti Malaspina, abbiamo coinvolto con un questionario i cittadini di quel quartiere per ripensare le linee bus a sud della ferrovia. Dopo il ciclo di incontri sul traffico, chiameremo i cittadini a coprogettare la città col Bilancio Partecipativo e più avanti col Piano di Governo del Territorio.  Sarà una stagione lunga e speriamo coinvolgente, perché la nostra città ne ha bisogno.